martedì 2 aprile 2013

Siddharta (2) - Pensiero cinico quotidiano -Siddharta






A) - La luna di miele.

Adesso Francesco e la sua amata Chiesa sono in luna di miele.
Bagni di folla, impegni diocesani, modestia ai quattro venti, entusiasmi alle stelle.
Sto a guardare: IOR, baronie vescovili e cardinalizie, curie centrali e periferiche, ecc. : a quando la pulizia?
Non ce la fa, non ce la fa, noooo.
Nel mio paesino in breve tempo si sono succeduti cinque parroci, latitanti, non ne ho visto nemmeno uno girellare per i paraggi.
La chiesa-fabbricato desolatamente vuota e chiusa per la maggior parte del giorno, sbarrata la notte a difesa dei tesori custoditi.
Non ce la fa, non ce la fa...




B) - Colpo di stato.

Anni, mesi, giorni di confusione politico-economico-sociale in Italia.
Il clima ideale per un colpo di stato in piena regola.
Già abbiamo un ammiraglio alla difesa.
Teniamo gli occhi aperti: un De Lorenzo è sempre alle porte.
Il silenzio appartato delle FF.AA. non fa presagire niente di buono.
Il clima ideologico di caccia alle streghe reciproco si fa sempre più pressante ed inquietante.
Le festività lunghe ed il sabato-domenica sono i giorni ideali per loro.

SIDDHARTA
30.4.2013




A) - Allarmismo letterario.
Quando riscontro il mio pensiero eccessivamente appiattito su quello degli altri, e viceversa, entro subito in allarme.
Soprattutto quando leggo peana di apprezzamenti.
Ma non per puro spirito di contraddizione.
Non è che non facciano piacere i complimenti o riscontrare conformità d'opinioni.
Però penso sia importante leggere soprattutto la stampa avversa per verificare le proprie carenze.
Naturalmente la stampa buona e non malevola.
Su quella cattiva ho fatto un esperimento.
Ad un amico schierato politicamente, un giorno ho fatto leggere un articolo di fondo di un giornale avverso, celandone la testata ed alcuni riferimenti di riconoscimento.
Ebbe a dirsi pienamente d'accordo, pensando parlasse male del polo opposto al suo!

B) Modestia.

L'appartamento di servizio riservato al Presidente del Consiglio Monti a Palazzo Chigi è di 300 mq e comprende:
- la Sala d'Oro e la Sala della Marina ( con tavolo a 20 posti per i pranzi ufficiali ;
- corridoio-galleria;
- tre bagni;
- sala da pranzo informale;
- spogliatoio:
- camera da letto;
- cucina.
Berlusconi nel '94 entrandovi per la prima volta disse: " Che schifo ", ordinandone la ristrutturazione, con una barca di soldi a spese di ...?

Siddharta
29.3.2013




salone delle "Marine"
salone D'oro
Sala delle "Marine"

La Sala delle Marine è ufficialmente la sala da pranzo del Presidente. E’ qui che il Presidente riceve gli ospiti italiani e stranieri invitati a colazione.
Il salone D’oro
Il salone D’oro, che si trova al secondo piano nobile di Palazzo Chigi con affaccio all’esterno su piazza Colonna, rappresenta uno splendido esempio di arte decorativa romana del’700.
Colpisce di questo salone la preziosità e la ricchezza delle decorazioni, realizzate da una schiera di abilissimi artisti e decoratori in occasione del matrimonio del principe Sigismondo Chigi con Maria Flaminia Odescalchi.
Il Salone D’oro e l’attigua Sala delle Marine attualmente fanno parte dell’appartamento del Presidente
(wikipedia)

A) - Il biscazziere.
Da tempo lo Stato gestisce giochi di sorte su larga scala per rastrellare denaro da gettare nel pozzo della Finanziaria.
Impoverendo i già poveri, riducendoli a intossicati dipendenti dal vizio.
Ai miei tempi si studiava che lo Stato non poteva lucrare sulle immoralità dei cittadini ( v. case chiuse ), ma doveva educarli ad emendarsi.
Quando vedo nei negozi dedicati cascate di biglietti da staccare per tentare la fortuna, penso con ansia ai tanti disgraziati rovinati dall'impulso irresistibile di provarci.
E mi vergogno dei miei governanti.
Socrate ingiustamente fu messo a morte anche con l'accusa di corrompere i giovani.
Qui è lo Stato-biscazziere ( termine improprio ma che rende bene l'idea ) che dovrebbe essere messo sotto accusa per attentato alla collettività.

B) - Saggezza antica.
Ogni cosa che possiedi ti è stata data in prestito e dovrai restituirla.
E' morto tuo figlio, è morta tua moglie?
Sono stati restituiti.
Ti hanno rubato un bene? Anch'esso è stato restituito.
Di tutto hai solo il possesso, non la proprietà.
Abbine cura finchè ti sarà stato concesso di possederlo.
( n.d.r.: libero adattamento dal <Manuale > di Epitteto ).

SIDDHARTA
 28.3.2013




A) - Il fumo.
In un recente check-up clinico, lo specialista m'ha detto: " Lei fumava, vero? ".
Sono rimasto fulminato!
Dopo 40 anni che ho smesso, ne riporto ancora le cicatrici.
E intanto osservo un mio vicino sessantenne, fumatore incallito, dal volto ormai incartapecorito e cinerigno, e mi meraviglio della natura che malgrado tutto lotta strenuamente per tenerlo in vita.


B) - Ectoplasma.
< E' passato a miglior vita >, ho sempre sentito dire alle veglie funebri.
Ma non riesco a capacitarmene.
Secondo la Chiesa cattolica io e forse in tanti dovremmo irrimediabilmente passare a peggior vita.
Chissà che il mio ectoplasma, svolazzando nella stanza della mia bara, abbia invano a gridare ai presenti fintamente affranti: < tutte balle, tutte balle! >.

SIDDHARTA
27.3.2013



L’amore nel tempo:

a) Quand'ero giovanissimo ed ingenuo, chiesi ad una coetanea arrampicatrice sociale, di cui m'ero invaghito, se volesse fare una biciclettata con me nei dintorni.
Mi rispose: " Preferisco piangere su una Giulietta Spider! ".

b) Nell'antica Grecia i cinici erano filosofi estremisti nel vivere,
noti per la virtù del parlar franco, vestivano di stracci, con un bastone come compagno e la povertà come compagna.
Ipparchia s'era incaponita nel voler sposare Cratete, filosofo cinico povero in canna.
Non sentendo lei ragione, Cratete si spogliò completamente dei suoi stracci e tutto nudo le disse che quel corpo era tutto ciò che possedesse.
La mise cioè di fronte alla verità con scandalosa franchezza ed impudenza.
Ma dovette arrendersi.
Ipparchia non solo volle sposarlo lo stesso, ma ne condivise il tenore di vita.

c) Il film della Cavani " Portiere di notte " del 1974 fu censurato perchè Charlotte Rampling faceva l'amore stando sopra l'uomo...
Non parliamo di " Ultimo tango a Parigi " di Bertolucci ( 1972 ) , a cui in Italia seguirono distruzione della pellicola e condanne penali.

SIDDHARTA

26.3.2013




Oh Papa emerito
di Siddharta

A gran rinuncia t'aspettavo in saio
dall'eremo difeso in raccolta prece,
ben lungi dal baccan sbracato e gaio,
fin da lui travolto.

Ma in regi fasti rifugiasti invece
su bianco volo come ricco Caio
che beni strinse e meglio mai non fece.
E ne son sconvolto.

***************************

Il vecchio, con le babbucce rosse di Prada, l'ermellino, gli ori sulla persona, l'elicottero bianco della Repubblica Italiana a spese dei contribuenti, la residenza-reggia di Castel Gandolfo, non ha lasciato rimpianti.
Il nuovo Francesco, se tenterà di realizzare anche solo un decimo di quanto promesso (Chiesa povera per i poveri), non durerà fisicamente più d'un mese.
Ahimè...

SIDDHARTA
 25.3.2013






Incuriosito e incredulo a quanto aveva detto in TV la Littizzetto, per l’addietro mi sono avventurato nei siti pornografici in web (come già detto in precedenza).
Mi sono beccato tanti di quei virus potentissimi da distruggermi il computer.
Ben ti sta, direte.
E invece no, perché ho appreso.
Malgrado uomo d’età navigato e aduso a tutte le intemperie, ancora adesso non riesco a credere ai miei occhi.
Schifezze di tal fatta non le avrei mai nemmeno immaginate.
Ci dicono a immagine e somiglianza di Dio.
Ma le bestie sono un milione di volte migliori di noi.
Ho in braccio l’adorato mio bassottino Isidoro: con le sue < intemperanze > con le cagnoline, mi fa vergognare di appartenere alla specie umana.
Mi affliggo per quelle tante povere donne indotte e sfruttate a vili servizi, e per giunta disprezzate dai maschi.
E comprendo ora delle tante violenze ed eccidi resisi possibili nel corso della storia.
NO, non andate sui siti porno: non solo per evitare l’AIDS informatico.
Battiamoci invece per farli chiudere, almeno per ragioni di dignità e di difesa delle generazioni minorenni che vi possono ora liberamente accedere.
Noi non siamo tutto questo.
E ve lo dice uno che non è mai stato un bacchettone.

SIDDHARTA

21.3.2013





 A) - Le uova.

A ben vedere nella storia e nella vita le uova hanno sempre giocato un ruolo importante.
Anche adesso, nel mio piccolo, appena appena m'avventuro fuori dal seminato convenzionale, dicendo la verità, mi vedo oggetto di lanci di uova di protesta!
Indispensabili in natura, le uova sono un'ottima arma a difesa delle proprie miserie morali.






B) - Presunzione.


E' una pura follia illudersi che le nostre parole, per quanto sante, possano far breccia nella dura scorza di chi non vuol sentire ragioni.
La presunzione di sé è una mala pianta che alligna nel profondo dell’individuo.
Il quale narcisisticamente si mostra egocentrico, incapace di ascoltare il prossimo.
Ed anzi ti manda allegramente al diavolo, tutto orgoglioso del radicamento delle sue castronerie.

SIDDHARTA
20/03/2013

46 commenti:

  1. Ben tornato Sidd!
    Ti conosco come un uomo di poche parole e schiette, pertanto bando alle ciance e riprendiamo da dove eravamo rimasti.
    A) Le uova a difesa delle proprie miserie morali? Come dire che lanciare uova per protesta è moralmente discutibile? Più cinico di così non si può. Obbiettivo raggiunto. Ti vedo in ottima forma.
    B)Guarda, stai parlando ad un consesso di scrittori e poeti, egocentrici per antonomasia, non abbiamo tempo da sprecare per ascoltare ciò che dice il prossimo. La modestia non fa per noi.

    RispondiElimina
  2. ma, le forti contraddizioni che leggo sempre nei tuoi interventi, sono volute? Trattasi di fine umorismo?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' vero: io sono la mia contraddizione.
      Non so chi sono, da dove vengo e dove andrò.
      L'ironia della sorte, tutto qui.
      Siddharta.

      Elimina
  3. Le uova lanciate hanno un effetto devastante, al pari della pernacchia disarma e neutralizza la boria di chi le riceve. Gira un'immagine di Giannino preso a uova in faccia, davanti all'università molto eloquente.
    Sulla superbia il pensiero è troppo generico e non punge.

    Sempre che non disturbi il mio umile parere.

    Max

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non ho mai pensato di avere pretese precettive.
      Ho solo reclamato con forza il diritto di esprimere le mie idee.
      Che per lo più sono controcorrente.
      La Verità di solito non sta mai dalla parte del numero dei suoi sostenitori. Anzi è buona norma diffidare di coloro che ci dicono di averla in tasca.
      Comunque sono sempre contento di ascoltare chi non la pensa come me, perchè è solo dai pensieri differenti che si ha probabilità di apprendere qualcosa.
      Magari rielaborandoli se del caso.
      Colgo l'occasione per precisare che i miei elzeviri, quando plurimi, sono solo libere riflessioni senza pretese sulla vita ed altro, e non necessariamente concatenati tra di loro.
      Sid


      Sid

      Elimina
  4. Bentornato! Ho sentito la sua mancanza, anche se a volte il mio parere non corrispondeva, ma non siamo tutti uguali o no?
    Buona giornata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La diversità di idee rafforza il pensiero.
      Sai che noia se la pensassimo tutti alla stessa maniera...
      Ciao, Siddharta.

      Elimina
  5. Serenella Tozzi21 marzo 2013 13:49

    Bentornato, pensavo ti avesse devastato l'influenza. Quest'epidemia è stata tremenda.
    Per quanto riguarda le uova non saprei, non ne ho mai né tirato, né ricevuto addosso. Sarà perché cerco di non rompere le uova nel paniere agli altri?

    Sul secondo pensiero, riporto questo stralcio: "Ed anzi ti manda allegramente al diavolo, tutto orgoglioso del radicamento delle sue castronerie"...
    mi viene da pensare un radicamento contro un altro radicamento... due radicamenti a confronto, l'un contro l'altro armato... delle proprie convinzioni.

    Dai! Mi fa piacere riaverti fra noi.
    Chi sarà nel giusto? chi dei due non dirà castronerie?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Serenella, la causa della mia assenza?
      I siti porno, visitati per curiosità giuridica, che mi hanno infettato il pc con potenti virus all'AIDS..., distruggendone gli archivi e la funzionalità.
      Siddharta.

      Elimina
    2. Serenella Tozzi25 marzo 2013 22:39

      Insomma, invece che dall'influenza sei rimasto devastato dal vizio :-))
      In proposito ho trovato veramente simpatica e arguta la frase del tecnico che ti ha riparato il computer e che hai riportato su fb:

      " E' proprio frequentando questi siti che si prendono le più gravi infezioni da virus... ".

      Elimina
  6. Ciaoo, piacere di conoscerti. Tra le uova e la presunzione preferisco la seconda :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, ci conosceremo un pò alla volta.
      Siddharta.

      Elimina
  7. Sei stato perlomeno incauto in questo caso. Si deve sempre dotare il pc di sistemi di difesa efficaci; in questi siti "pericolosi" ci si può imbattere anche per caso. Mi auguro tu abbia provveduto in tal senso. Nel depliant virtuale di un mobilificio che aveva sede in un paese dell'est, si nascondeva un virus che aveva ben altri modelli da esibire. Ci capitai per caso e il mio pc ne uscì malconcio. In ogni caso al tuo posto avrei mantenuto un certo riserbo sulla vicenda, non fosse altro per evitare congetture fantasiose, gomitate nei fianchi e frecciatine maliziose. Hai le spalle larghe e la fronte alta, pertanto parliamone pure con la consueta franchezza e senza pregiudizi di sorta. A conferma di quanto dici ho trovato un articolo esplicativo.

    YOUPORN – Milano è la prima in classifica mondiale per accessi a Youporn”. Con questa notizia Litti chiude il suo ultimo numero prima di Sanremo. E via con le battute “Sapessi come è strano sentirsi innamorati a Milano. A Milano si fa un uso sconsiderato del pirellone. E quale sarà la seconda classificata? Ma Roma “damme una mano a faje dì de sì” . Luciana racconta di essere andata a vedere come è ‘sto Youporn e lo descrive come al suo solito con spade nella roccia e altre amenità . “La durata media degli accessi è 9 minuti e 21 secondi, ma dal vivo siete delle schegge, dei velociraptor” conclude stupita la Litti.
    http://www.giornalettismo.com/archives/748107/luciana-littizzetto-youporn-lho-usato/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi sembra di ricordare che la Littizzetto abbia parlato di Milano e Roma in testa alla classifica mondiale di entrate in porno.
      Penso sia una forzatura, pensando alle decine di milioni di abitanti di altre capitali o altre città della terra.
      La mia incursione in detti siti.
      Da praticante del diritto, per tutta la mia vita professionale, stentavo a credere alle mie orecchie.
      Mi ci sono avventurato per spirito di verifica.
      L'orrore e la repulsa provati mi spingono a protestare a che tali luoghi vengano chiusi. Non perchè sia un vecchio parruccone, ma per la contaminazione delle generazioni non maggiorenni che vi possono liberamente accedere.
      Lo Stato non può consentire la corruzione dei corpi e delle menti dei suoi cittadini ( al pari degli irreversibili odierni vizi del gioco che diffonde per rastrellare denaro ), a pena della decadenza della stessa civiltà.
      Pensa Franco, che io ero rimasto all'" Ultimo tango a Parigi "...
      Dopo aver visto quello che ho visto in web, ho un cruccio in più: ora penso che l'umanità sia peggiore di quanto sospettassi.
      Non andate sui porno d'internet, sono sconvolgenti. Ripeto,impegnamoci a farli chiudere.

      SIDDHARTA

      Elimina
  8. Una chiesa povera per i poveri
    Se si intende una chiesa unita nello spirito con i poveri, ebbene trova tutti d’accordo. Se invece la si prende alla lettera e si pensa di spogliare la chiesa da tutte le ricchezze, i fasti, i privilegi… bè allora sono d’accordo con te. Non dura, dura minga, non può durare.
    A dire il vero, sono in molti a pensare che solo una chiesa forte e ricca possa aiutare concretamente i più poveri. Una chiesa povera non sarebbe d’aiuto a nessuno, ma solo d’esempio, questo sì. Ma se avesse parlato di eguaglianza sociale, non sarebbe stato meglio al giorno d’oggi? Non sarebbe stato più credibile il messaggio?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Serenella Tozzi25 marzo 2013 22:00

      A mio modesto avviso il Papa per ora non corre rischi, si comporta come il popolo tutto e l'attuale sistema sociale richiedono, e di cui la Chiesa stessa beneficia, sarà il dopo, sarà il suo comportamento a seguire, superato il momento contingente, che a seconda delle azioni che prenderà potranno metterlo in pericolo.

      Elimina
    2. Cara Serenella,tu l'hai detto!
      Sid

      Elimina
  9. La verità è che personalmente non ho una ricetta vincente per questo mondo globalizzato epperò così diversificato.
    Certo è che, sempre personalmente, ho fatto sempre seguire alle parole i fatti.
    Mi disturba pensare ad un Gesù che a Pasqua possa entrare a Gerusalemme a bordo di una Testarossa Ferrari carrozzeria Pininfarina.
    Siddharta.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Gesù caso mai scende dall'alto, dove l'hanno visto andare l'ultima volta. Per volare il nostro Papa, si dovrà accontentare anche lui dell'elicottero. Altrimenti sulla groppa di un asinello, soluzione più ecologica.

      Elimina
    2. Anche a me piacevano le babbucce rosse, ma credo che l'ultimo papa a portarle fu Paolo Giovanni primo ( Albino Luciani)...
      piano con le sparate, non siamo ai tempi che berta filava DOVE LA METTIAMO LA PAPAMOBILE?

      Elimina
    3. Anche S. Tommaso non credeva.
      Vai su google, clicca immagini, scrivi papa ratzinger e clicca, e zac scorrendo le immagini ti ritrovi le babbucce rosse sotto il naso...
      Ma poi anche la stampa ne ha parlato.
      Sid

      Elimina
  10. Syd, ma troverò l'uomo della mia vita e il colore delle unghie adatto il mio incarnato? (scusate, se sforo...)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certamente, nei tuoi sogni.
      Sid

      Elimina
  11. A parte il fatto che a me il papa con le babbucce rosse mi piace. Poi non sarei così severo con Ratzinger, era tedesco, pragmatico e di cervello fino. La storia forse ci dirà il vero motivo della sua abdicazione. Motivi fisici? Non mi convince per niente.
    Complimenti per la poesia in rima.
    Max

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Avrei preferito che avesse scritto meno libri e controllato di più i suoi baroni.
      Di certo Ratzinger non ha commesso delitti, ma in suo nome sì.
      Sid

      Elimina
  12. Ah... ho capito!
    Avresti voluto incontrare nella vita "Ipparchia la cinica", che per amore ha sposato il povero e ignudo Cratete, e invece hai trovato una che ha preferito la Giulietta alla bicicletta. Ma forse non è una questione di soldi, forse non avevi il fisico... carino.
    Il pensiero "C" non ha ne capo ne coda, che significa? Che senso ha con gli altri due? Non ho capito.
    Max

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se hai avuto modo di seguirmi nei miei drammatici momenti sui siti porno, che mi hanno distrutto archivi e funzionalità del p.c. con potentissimi virus, mi sono espresso con orrore sulle immagini rivoltanti messe in web.
      Ne sono rimasto sconvolto malgrado per età e cultura non sia una mammoletta.
      Tanto più che io riguardo al sesso < proibito > ero rimasto fermo ai tempi dell' .
      Ora, come già detto altrove, ho un cruccio in più: ho avuto la sensazione che l'umanità sia peggiore di quanto mai pensassi.
      Battiamoci per chiuderli questi siti alla libera portata anche dei minori: lo Stato non può prestarsi a corrompere i suoi cittadini soprattutto i più giovani.
      Noi non siamo tutto questo.
      Sid

      Elimina
    2. ( integro il salto del computer ):... ai tempi dell' .
      Sid

      Elimina
    3. Non c'è verso: anche il web si rifiuta. Insomma al film di Bertolucci citato in Pensieri.
      Sid

      Elimina
    4. Serenella Tozzi26 marzo 2013 12:28

      Potenza dell'inconscio... vabbè, te lo dico io, vediamo se ci azzecco: "Ultimo tango a Parigi"?

      Elimina
    5. Esatto, Serenella.
      Io con le donne, quella cosa là non ci ho mai provato.
      Ho sempre pensato che fosse un'umiliazione per loro e per me.
      Sid.

      Elimina
    6. Serenella Tozzi26 marzo 2013 13:48

      Ti dirò in confidenza che io il film mi sono sempre rifiutata di vederlo.
      Troppo clamore, diffido istintivamente quando c'è troppo clamore.

      Elimina
  13. Due pensieri stamattina sui quali si potrebbero scrivere fiumi di parole. Sul primo però evito di rifletterci sopra per non alimentare il mio senso di colpa, mai sopito,di ex fumatore. Sono contento di aver smesso, ma maledizione mi capita ancora di invidiare chi, soprattutto con la pancia piena e dopo il caffè col grappino, si concede il lusso di mettere in bocca la sigaretta. Maledetti,perchè non smettono anche loro?
    Sul secondo meglio tacere, oppure prepararsi al peggio. Ma guarda al limite c'è sempre la confessione, anche per quelli che sono capitati su you porn per caso ;-)))))) Non farti prendere dal panico, confessati e passa la paura.

    RispondiElimina
  14. Il fumo!!!!!!!!!!!
    Io un giorno ho detto basta, e avevo le sigarette in tasca. Ora le stesse sigarette riposano in un cassetto, sono il mio feticcio. Anni fa conobbi un oncologo che fumava, mi disse che quello che è stato non verrà distrutto, e se ci siamo già fatti del male...possiamo smettere inutilmente.
    Io? sto benissimo, ma se sento un filo di fumo, mi viene una voglia matta, ma ho il mio feticcio che mi tiene a bada.
    B) Mi sembra la sua una pubblicità nascosta, come quella che fanno per convincere i bambini ;-)))))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per carità, Elisa.
      Che dici!
      La mia è una crociata perchè si eviti di accedervi, dopo quanto visto.
      Sid

      Elimina
  15. Serenella Tozzi27 marzo 2013 14:55

    Mai fumato. Mio padre soffriva d'asma e fumava due pacchetti di sigarette al giorno.
    Da qui, per me, la convinzione: il fumo fa male.
    Non sopporto neppure l'odore del fumo, l'avverto subito.

    Per seconda questione, chi lo può dire?
    Da buona agnostica penso che rimarrò ad aspettare quel che succederà, con tranquilla curiosità.
    Ma, appunto, chi lo può dire?

    RispondiElimina
  16. Serenella Tozzi28 marzo 2013 11:17

    Allo Stato, o meglio ai suoi apparati, me ne convinco sempre più, anziché aiutare i cittadini piace spennarli, in qualsiasi maniera, anche usando la subdola sirena dell'istigazione al gioco.

    In quanto alla "saggezza antica" credo che oggi, epoca dell'usa e getta, sia poco praticata. Chissà che il momento di ristrettezze generali non ci porti al rovescio della medaglia, cioè ad una maggiore attenzione e cura delle cose (mi riferisco in particolare ad uno stringersi di affetti e persone).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Serenella,
      oggi la saggezza non andrà più di moda, ma nessuno ci vieta di praticarla.
      Il Grande Epitteto, tra gli iniziatori dello stoicismo, venne studiato anche nei conventi cristiani, con grande profitto.
      Praticamente... un discepolo di Gesù, anche se pagano.
      Stoicismo ed epicureismo poi sono scomparsi per la lotta senza quartiere del cristianesimo: ma entrambe sono splendide filosofie di vita, che fanno sempre bene all'animo.
      Sid

      Elimina
  17. Adesso che ci penso, smisi di fumare quando entrò in vigore la legge che vietava il fumo nei locali pubblici. Uno stato ipocrita che monopolizza il tabacco e stampa sui pacchetti di sigarette che il fumo uccide. Autorizza il gioco, le macchinette, il gratta e vinci e poi riconosce come malattia la ludopatia. Cretini!

    E certo che tutto è in prestito, anche la vita. Per questo la voglio sfruttare fino in fondo... tanto il prezzo è sempre lo stesso. Oddio, si fa per dire.

    Certo non deve essere semplice inventarsi tutti i giorni qualcosa da scrivere su cui riflettere. Ma quando ti vengono 'ste pensate, la mattina col caffè, o la sera quando spegni la luce?

    Ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro Franco, mi basta guardarmi attorno e i miei pensieri volano.
      Sai, adesso ho tanto tempo a disposizione e in parte lo spreco a...pensare.
      Mi piace credere che quanto vengo a sapere o meditare possa essere partecipato a quante più persone oneste possibili.
      Ti potrà sembrare assurdo, ma il più delle volte mi sento ispirato quando faccio le pulizie domestiche, la mia occupazione principale da quando sono pensionato ultraottantenne.
      Lavo i piatti, e zac! mi sorge un pensiero...
      Fraternamente, Sid.

      Elimina
  18. Giusto per correttezza d'informazione e non per il gusto di contraddirti, ma a proposito della residenza del presidente del consiglio di Palazzo Chigi, la notizia non è completa.
    Intanto i posti a sedere sono soltanto 12. Trattasi di residenze ufficiali e non private. Inoltre se le ha fatte ristrutturare è il miglior uso che poteva fare dei nostri soldi. E poi lamentiamoci sempre che non curiamo abbastanza il nostro patrimonio artistico...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. deduco...invitato a cena?

      Elimina
    2. E' da quando non si fa più il bunga-bunga che non mi invita più a cena. Peccato.

      Elimina
    3. Evidentemente la mia fonte era imprecisa, anche se solitamente ben addentro.
      In verità io ho visitato a lungo personalmente appena il Quirinale, un fac-simile.
      Ma tuttora mi è rimasto solo impresso lo sfarzo al limite del
      dell'eccesso e dell'assurdo, oltre che del cattivo gusto.
      In pratica buono per un museo più che per una residenza.
      Il riferimento a Berlusconi attiene solo all'abitudine al lusso ed all'ostentazione di certi potenti...

      Elimina
    4. Ho dimenticato la firma. Ah, la vecchiaia: SIDDHARTA

      Elimina
  19. A proposito di Papa Francesco, l'entusiasmo che ha suscitato e perlomeno pari al pessimismo degli scettici. E tu non ti smentisci nemmeno in questo caso.

    Un golpe in Ialia? Per mandare via questi spaventapasseri non vale la pena di sprecare nemmeno una cartuccia. Se continua questa situazione di stallo è molto meglio per tutti noi: evitano di fare danni peggiori, tanto la politica non può nulla contro il potere economico. Nulla o ben poco.

    RispondiElimina