sabato 25 maggio 2013

Scene mitiche - Philadelphia - Io sono l'amore

PHILADEPHIA

Regia
Jonathan Demme

Tom Hanks: Andrew Beckett
Denzel Washington: Joe Miller
Antonio Banderas: Miguel Alvarez



IO SONO L'AMORE










Brillante avvocato di Philadelphia è licenziato per inefficienza e inaffidabilità dal prestigioso studio legale dove lavora. È una scusa, sostenuta con mezzi ignobili: in realtà hanno scoperto che è omosessuale e malato di Aids. Sostenuto dall'affettuosa famiglia e dal suo tenero compagno, difeso da un grintoso avvocato nero, fa causa agli ex datori di lavoro. 1ª produzione di alto costo (25 milioni di dollari) sull'Aids, è una lezione di tolleranza, una requisitoria sui pregiudizi, un'arringa contro l'ingiustizia affidata a uno straordinario T. Hanks, interprete simpatico e "leggero", e a D. Washington, l'avvocato che lo difende, fiero eterosessuale e a disagio con i gay, che a poco a poco disperde i suoi pregiudizi e le sue paure insieme a quelli dello spettatore. L'ottima sceneggiatura di Ron Nyswater affidata alla sobria regia di J. Demme diventa qualcosa di più di un onesto esempio di cinema civile: ne fanno testo alcune scene memorabili, la festa gay e la sequenza in cui Hanks ascolta Maria Callas in Andrea Chenier (4° atto) di Giordano, e la colonna musicale in cui Mozart, Spontini, Cilea, Catalani s'alternano a Bruce Springsteen, Peter Gabriel, Neil Young. Oscar a T. Hanks attore protagonista e a Springsteen per la canzone "Streets of Philadelphia".



1994 - Premio Oscar Miglior canzone (Streets of Philadelphia) a Bruce Springsteen
Nomination Miglior canzone (Philadelphia) a Neil Young

1994 - Golden Globe
Miglior canzone (Streets of Philadelphia) a Bruce Springsteen

26/05/2013
etichetta: cinema - scene mitiche

1 commento:

  1. Serenella Tozzi25 maggio 2013 13:29

    Un bel film Philadelphia, ricordo la magistrale interpretazione di Tom Hanks, poi premiato con l'Oscar.

    RispondiElimina