mercoledì 26 giugno 2013

Boom di badanti in Italia - Filosofia della badante - Brunella Antomarini


La situazione - Rapporto Censis
Boom di badanti nelle case degli italiani: ufficialmente, dati Inps, non superano le ottocentomila ma da un rapporto Censis incrociando i dati della Caritas pare siano un milione e 665mila con un incremento del 53% in dieci anni. E nel 2030 ne serviranno 500mila in più. Nell’ultimo decennio l’area dei servizi di cura e assistenza per le famiglie ha rappresentato per il nostro Paese un grande bacino occupazionale. La crescita più significativa si registra nella componente straniera, che oggi rappresenta il 77,3% del totale dei collaboratori.


Filosofia della badante
di 
Brunella Antomarini 

Da un osservatorio aereo, a occhio d’uccello, dentro molte finestre aperte per il caldo intravedi svolazzare lenzuola e biancheria di cotone, di lana e di carta, panni candeggiati e disinfettati, tutto un biancore di varichina. Piccoli gesti si ripetono in queste case per tutto il giorno e per tutta la notte, a intervalli di poche ore: pulire, nascondere, fingere che sia nulla. 
Si gira e rigira un corpo vecchio e malandato, con una certa tecnica gli si sottrae da sotto un lenzuolo sporco, per metterne uno pulito. 

domenica 23 giugno 2013

Perchè l'antilingua - Davide Guadagni - L'Espresso Blog



Davide Guadagni, pubblicitario, scrittore e brillante giornalista, su - L’Espresso Blog - cura una rubrica simpatica, utile e intelligente: Perché l’antilingua.
La rubrica, a cadenza settimanale, deve il suo nome a Italo Calvino che così la definì: “L’antilingua è la mancanza di un vero rapporto con la vita, ossia in fondo l’odio per se stessi”, e si propone soprattutto di segnalare lemmi inflazionati, neologismi imbarazzanti, trasposizioni abusive dall’inglese, modi di dire modaioli, errori grammaticali che diventano regola, metafore ridondanti, significati consumati dall’abuso odierno.

24/06/2013
etichetta: post critica, attualità, arte e varie

sabato 22 giugno 2013

Cinema - James Gandolfini

La vera fine de “I Soprano” 



E' morto a Roma James Gandolfini
Caratterista navigato, specializzato nel ruolo del gorilla, del criminale di bassa lega, preferibilmente italoamericano, nel 1999 viene scelto per la parte di Tony Soprano, il protagonista di una serie su un boss della malavita che soffre di attacchi di panico e depressione...

21/06/2013
etichetta: post critica - attualità - arte e varie

giovedì 20 giugno 2013

Joyce Carol Oates - Se vuoi diventare... - articolo

SE VUOI DIVENTARE UNO SCRITTORE,
FAI SESSO CON QUALCUNO CHE LAVORA NELL'EDITORIA


If You Wish To Be A Writer, Have Sex With Someone Who Works In Publishing
di Joyce Carol Oates

Ho grande simpatia per gli aspiranti scrittori. La nostra è una professione difficile da padroneggiare, e il diluvio di consigli che gli scrittori ricevono non la rende affatto più semplice: “Scrivi tutti i giorni”, “Studia le opere degli scrittori che ammiri”, “L’essenza dello scrivere sta nello riscrivere”, ecc. Non è che queste regole siano sbagliate, non proprio, solo mancano del quadro d’insieme.

Da autrice con alle spalle mezzo secolo di successi letterari, posso assicurarvi che l’unico modo per riuscire in questa attività è incontrare quanti più editori possibile, e scoparseli.

20/06/2013
etichetta: post critica - attualità - arte e varie

martedì 18 giugno 2013

sabato 15 giugno 2013

La poesia cosa è?


Mario Soldati pone la fatidica domanda. Provano a rispondere: Giuseppe Ungaretti, Giorgio Caproni, Sandro Penna, Andrea Zanzotto. Il video è tratto dal programma "In cerca della poesia" di


Caproni
Credo che non lo sappia nessuno, cosa sia la poesia.

venerdì 14 giugno 2013

sabato 8 giugno 2013

Siddharta (5) Pensieri...

108 - La divina proporzione.





Esistono in matematica diversi numeri notevoli e famosi, ad es. il 3,14.
Fra questi anche uno dai nomi altisonanti: 1,618033988.
Chiamato nei modi più seducenti: numero aureo, proporzione trascendentale, numero divino, divina proporzione, ecc.
Una delle sue meraviglie è l’inesauribile capacità di generare figure di grande bellezza e sconcertanti proprietà, come certi poligoni rettangoli.

Tra questi ultimi abbiamo le nostre carte di credito d’uso quotidiano.
Perché i nostri soloni hanno scelto tali forma e dimensione?
Perché il rapporto tra i due lati, cioè dividendo il lato maggiore per quello minore, dà un quoziente molto vicino a 1,618…
Cioè un numero aureo, il piacere della bellezza, rispettato anche in natura ( fiori, foglie, spirali delle conchiglie, ecc. ).
Quindi dicesi aureo un rettangolo quando la relazione tra i suoi lati è 1,618…
Fin dall’antichità la proporzione aurea è stata considerata sinonimo di armonia nell’arte e nella natura ( il Partenone, la Grande Piramide, la Gioconda, ecc. , le cui proporzioni sono auree).
In conclusione, siete superstiziosi e amanti della bellezza geometrica?

Allora quando comprate un oggetto di forma rettangolare ( un libro, un tablet, carte da gioco, ecc. ) e volete che vi porti fortuna e vi soddisfi appieno l’occhio, inconsciamente provando un sottile piacere interiore,  assicuratevi che il quoziente dei due lati sia di divina proporzione o giù di lì ( 1,618033… ).
Provare per credere.

SIDDHARTA 8.6.2013

mercoledì 5 giugno 2013

domenica 2 giugno 2013

Chi ha detto che facebook è in calo?



SOCIAL NETWORK
 solo una moda 
o l’evento più importante dopo la rivoluzione industriale?


3/06/2013
etichetta: post critica - attualità - arte - varie