sabato 15 giugno 2013

La poesia cosa è?


Mario Soldati pone la fatidica domanda. Provano a rispondere: Giuseppe Ungaretti, Giorgio Caproni, Sandro Penna, Andrea Zanzotto. Il video è tratto dal programma "In cerca della poesia" di


Caproni
Credo che non lo sappia nessuno, cosa sia la poesia.

Scrive Montale: 
«Che cos’è la poesia lirica? Per mio conto non saprei definire quest’araba fenice, questo mostro, quest’oggetto determinatissimo, concreto, eppure impalpabile perché fatto di parole, questa strana convivenza della musica e della metafisica, del ragionamento e dello sragionamento, del sogno e della veglia»

Goethe
"Quando si hanno delle cose da dire si dicono in prosa, quando non si ha nulla da dire che si scrivono poesie"


Franco Fortini
Certamente oggi - non due o tremila anni fa quando, probabilmente, la questione sarebbe stata diversa - quando noi diciamo "una poesia" intendiamo una composizione, un testo non lungo dove sia possibile identificare un certo sistema che è indicato graficamente dagli "a capo" e poi anche da un congegno di pause maggiori, quelle che separano una unità ritmica da un’altra. Ebbene, queste possono corrispondere o non corrispondere alle intonazioni cosiddette naturali e in questo caso comunque le chiamiamo "verso".



***

Monologo dal film "La tigre e la neve" di Roberto Benigni







Su su… Svelti, veloci, piano, con calma…non v’affrettate.
Poi non scrivete subito poesie d’amore, che sono le più difficili, aspettate almeno almeno un’ottantina d’anni.
Scrivetele su un altro argomento… che ne so… sul mare, il vento, un termosifone, un tram in ritardo… ecco, che non esiste una cosa più poetica di un’altra! Eh?

Avete capito?
La poesia non è fuori, è  dentro…

Cos’è la poesia, non chiedermelo più,

guardati nello specchio, la poesia sei tu… E vestitele bene le poesie, cercate bene le parole… dovete sceglierle!
A volte ci vogliono otto mesi per trovare una parola!
Sceglietele… che la bellezza è cominciata quando qualcuno ha cominciato a scegliere.

Da Adamo ed Eva…
Lo sapete Eva quanto c’ha messo prima di scegliere la foglia di fico giusta!
Come mi sta questa, come mi sta questa, come mi sta questa…” ha spogliato tutti i fichi del paradiso terrestre!

Innamoratevi…! Se non vi innamorate è tutto morto… morto tutto è.
Vi dovete innamorare e diventa tutto vivo, si muove tutto… dilapidate la gioia, sperperate l’allegria, siate tristi e taciturni con esuberanza!

Fate soffiare in faccia alla gente la FELICITÀ! E come si fa? …fammi vedere gli appunti che mi sono scordato… questo è quello che dovete fare…
Non sono riuscito a leggerli! Ora mi sono dimenticato.

Per trasmettere la felicità, bisogna essere FELICI.

E per trasmettere il dolore, bisogna essere FELICI.

Siate FELICI!
Dovete patire, stare male, soffrire… non abbiate paura a soffrire, tutto il mondo soffre! Eh?
E se non avete i mezzi non vi preoccupate… tanto per fare poesia una sola cosa è necessaria… tutto.

Avete capito?
E non cercate la novità… la novità è la cosa più vecchia che ci sia…

E se il verso non vi viene da questa posizione, da questa, da così, beh, buttatevi in terra! Mettetevi così!
Eccolo qua … ohooo… è da distesi che si vede il cielo…
Guarda che bellezza…perché non mi ci sono messo prima…

Cosa guardate? I poeti non guardano, vedono.

Fatevi obbedire dalle parole… Se la parola “muro”, “muro” non vi da retta, non usatela più… per otto anni, così impara!
Chi è questo, boooh non lo so!

Questa è la bellezza, come quei versi là che voglio che rimangano scritti lì per sempre…
Forza, cancellate tutto che dobbiamo cominciare!

La lezione è finita.



6 commenti:

  1. Serenella Tozzi15 giugno 2013 13:17

    Avete capito?
    La poesia non è fuori, è  dentro…


    Avete capito?
    E non cercate la novità… la novità è la cosa più vecchia che ci sia…


    Ben detto.
    Buon pomeriggio a tutti.

    RispondiElimina
  2. Serenella Tozzi15 giugno 2013 22:32

    Aaaah! Mi piace fare i monologhi. :-)))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora facciamo un duetto.
      Una domanda Marzulliana:

      La poesia è un sogno fatto in presenza della ragione, oppure la poesia è un ragionamento fatto in presenza di un sogno?
      Fatti questa domanda e datti una risposta ;-))))

      Ciaooo

      Elimina
    2. la seconda che hai detto
      per me

      Elimina
    3. Serenella Tozzi17 giugno 2013 15:30

      Ahi, Franco, non so rispondere ahimè!

      Elimina
  3. Se non sapete rispondere a questa domanda, non lamentatevi. Nemmeno Montale lo sa, che cosa sia esattamente la poesia. ;-)))

    RispondiElimina