giovedì 1 agosto 2013

EBOOK - UN COLPO SOLO - MASSIMO ZAINA

Un colpo solo

scarica qui

Due amici di vecchia data si ritrovano dopo vent’anni su facebook. Uno abita a Tangeri e l’altro si trova in Vietnam, nessun problema, come da copione nelle migliori sceneggiature dei film d’azione, i due s’ incontrano a Saigon e decidono, giusto per passare il tempo e per complicarsi la vita, di risalire il fiume Mekong e scoprire il delta. E’ l’inizio di una avventura del tipo, Un tranquillo week-end di paura (Deliverance) di Joh BoormanSeguendo le gesta del capitano Benjamin L. Willard di Apocalypse Now, i nostri eroi risalgono il fiume nella remota giungla e anche loro incontreranno il personaggio chiave, colui che vi sorprenderà, al pari del celebre colonnello Walter E. Kurtz. Nella storia, molto ben costruita, ci sono riferimenti espliciti, anche nel titolo, al Cacciatore con Robert De Niro, nella mitica scena della caccia al cervo. Un colpo solo è un lungo racconto d’avventura che definirei un classico nel suo genere per fantasia, ritmo e azione, insomma, un’ora di sana e avvincente lettura.
(frame)

[…]
“Vorrei vedere il delta del Mekong” mi disse “le case sulle palafitte e il verde delle risaie”.
“Perché? Non ti piace Saigon?”.
“Si, mi piace però per un paio di giorni. E poi eri stato tu a dire che volevi vedere il delta, no? Mi sono solo rifatto al tuo programma e piacerebbe anche a me”.
“Buona idea” risposi “hai qualche preferenza?”.
Tirò fuori dalla tasca un foglio plastificato con stampata una mappa e delle fotografie.
“È una pagina della rivista sull’aereo” mi disse “il resto non m’interessava”.
Annuì, detti una occhiata alla mappa e lui mi indicò il percorso del Mekong. Il fiume nasceva sugli altipiani del Tibet, usciva dalla Cina per lo Yunnan entrando in Laos, lo attraversava intero marcando il confine con la Tailandia, tagliava in due la Cambogia e s’immetteva in Vietnam per uscire nel Mar della Cina. M’indicò il delta, all’estremità meridionale del Paese, dove il fiume formava tre enormi lingue di terra.
“E qui dove vorrei andare” mi disse “vorrei risalire il fiume o qualche affluente. Se possibile mi piacerebbe prendere una barca a motore e andarcene per conto nostro. Sai no? Stile Il cacciatore”.
Lo guardai annuendo.
“Ah, si” risposi “un colpo solo”.
“Si” rispose “un colpo solo. Come De Niro quando deve uccidere il cervo. Un colpo solo”.
Ci guardammo imitando gli sguardi, i movimenti e le pause di De Niro.
“Un colpo solo”.
“Un colpo solo, un colpo solo”.
“Ci vorrà del tempo” gli dissi “quanto ne hai a disposizione?”.
“A casa non ho nessuno che m’aspetti”…


Nessun commento:

Posta un commento