domenica 1 settembre 2013

Agosti Sivano - Galleria di Poeti Contemporanei - ovvero - Poeti del XXI° secolo dall' A alla Zeta


AGOSTI SILVANO
75 anni, 23 Marzo 1938, Brescia (Italia)

Si iscrive nel 1960 al Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma, dove si diploma nel 1962 con il cortometraggio La veglia. A Mosca, nel 1963, si specializza sull'opera di Ejzenstejn. Dopo aver lavorato con Marco Bellocchio in I pugni in tasca, nel 1967 esordisce nel lungometraggio con Il giardino delle delizie. 

Nel 1975 dirige Matti da slegare dove, intorno al tema allora bollente dell'istituzione manicomiale, delinea un nuovo rapporto tra documento e fiction a cui si manterrà fedele anche in successive produzioni. Proprio per perseguire una sua personale via al cinema, fonda la casa di produzione 11 Marzo Cinematografica, che produrrà tutti i suoi film. Dal 1976 al 1978 è docente di montaggio al Centro Sperimentale. Il suo cinema Azzurro Scipioni, nel quartiere Prati, diviene un punto di riferimento per i film d'arte e per quello impegnato. Nel 1983 termina D'amore si vive, personalissima ricerca sulla sensualità e i sentimenti in una Parma tutta speciale. Nel 1987 realizza Quartiere nel quale realtà e finzione tornano a convivere in un originale mix. L'anno successivo esce un bel film tra storia e poesia, Uova di garofano. Nel 1995, tratto dal suo omonimo romanzo finalista al premio Strega, Agosti gira L'uomo proiettile confermando la sua principale qualità che è quella di sapere coniugare l'impegno civile con momenti di poesia e di grande narrazione. Seguono, sempre sulla stessa linea narrativa, Trent'anni di oblio (1998)La seconda ombra (2000), La ragion pura (2001). Da segnalare anche i documentari, C'ero anch'io - Frammenti di lotte di strada (1998), Dario Fo - Un ritratto (2002). http://www.mymovies.it/biografia/?r=4372

Senza titolo (14 dicembre 1997)

Ho schiuso il cerchio della vita
scorre a torrenti e fiumi solenni
il latte gentile dei ricordi
fino a placarsi nell'oscurita' del sonno.

Ho schiuso il cerchio dell'anno
e le stagioni affiorano:
autunno e primavera, estate e inverno
vagano in fughe d'amore.

Ho schiuso per voi il cerchio dell'oggi
e dal caro amplesso del giorno con la notte
ho visto nascere nei tuoi sguardi
radenti e delicati, l'invito al sogno.

Ho schiuso per noi il cerchio dell'istante
punto di sfida delle eternita' vaganti
randagi guizzi di attesa e infine,
la tua mano tesa all'incontro.


L'eterno ritorno (1998)

La luce cade sul mondo
e, senza ferire, rivela.
Ciò che vive la rifrange
ciò che giace l'assorbe.

Anche l'amore si posa
sullo stupore del mondo
e rivela bellezze segrete,
paure e rimpianti.

Vorrei che il mio amore per te
tornasse alla sua fonte
grondante di certezze.
Come la neve candida
torna sulle cime
in forma di fiume,
di mare, di nube,
di pioggia,
di vasti silenzi.


6 commenti:

  1. Ne ho 400 in elenco di cosiddetti "poeti", ma questa lista sarà per forza di cose costantemente aggiornata e pertanto il numero è destinato a salire col tempo. A meno che gli italiano decidano su due piedi di non scrivere più poesie. "Contemporanei non significa tutti viventi" e neppure tutti fuoriclasse, ma la qualifica di "poeti" l'hanno ottenuta in quanto facenti parte della selezione stilata da wikipedia di persona personalmente. Quindi se qualcuno non vi aggrada, e lo ritenete una scartina, non prendetevela con me, adesso sapete a chi rivolgere i Vs. improperi. Questa sarà la rubrica che mi terrà impegnato credo sine die, perchè non so quando e se mai arriverò alla Zeta di Zanzotto.
    Campa cavallo.
    Sono in cerca di qualcuno che si sobbarchi l'onere, e anche il piacere perché no, di mandare avanti la rubrica " Poeti nella rete" Ci fosse mai qualcuno disposto a collaborare in questo senso? Ne sarei oltremodo grato.
    Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Serenella Tozzi1 settembre 2013 14:58

      Sono appena le 14,51 e hai già una risposta... :-)
      Non credere, però, che la mia sia un'adesione :-)) è una mezza adesione.
      Sii più esplicito, che intendi per collaborare? e, poi, intendi inserire un poeta al giorno?

      Comunque, devo riconoscere che hai sempre nuove idee, e molto interessanti. Spero che si facciano avanti altri amici a collaborare.




      Elimina
    2. Veramente son quasi le sei e una risposta ancora non ce l'ho,:-)))

      Comunque, io per collaborazione in questo caso specifico intendo, voi mi mandate le poesie che vi piacciono, vostre o di altri internauti non importa, e io le pubblico a nome vostro. Semplice.
      Non è detto che lo debba fare una persona soltanto, a turno insomma. Certo bisogna sopportare anche i dissensi... ma questo era sottinteso... tuttavia vale la pena di rammentarlo.
      Ricordo di persone che avevano proposto poesie d'altri e non avendo ricevuto gli osanna se ne sono andate indignate.
      Ciao

      Elimina
  2. Non ho visto nemmeno uno dei film elencati Evidentemente di nicchia, per amatori del genere.
    Le poesie: per i miei gusti troppo retoriche.
    Sulla collaborazione: a novant'anni, s'aprirebbe subito il vuoto...
    Con Serenella: un pozzo di idee!
    Sid

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, andresti bene anche. Del resto l'hai già fatto in passato.
      Segnalare una poesia o un poeta... che c'è di strano?
      Ciao

      Elimina