mercoledì 30 ottobre 2013

SEMI DI ZUCCA - Rubrus - racconto




SEMI DI ZUCCA

«Dicono» aveva raccontato il nonno «dicono che, in una notte d'autunno, Jack, un fabbro astuto ed ubriacone, incontrò il diavolo in un bar – o in un pub, come lo chiamano da quelle parti. Il diavolo gli disse che era venuto a portarlo via e Jack rispose che, prima, doveva pagare il conto, ma che non aveva soldi e che quindi non poteva andarsene. Il diavolo, allora, si trasformò in una moneta. Jack afferrò la moneta e la infilò nel borsellino. Sopra il borsellino era ricamata una croce e così il diavolo, che non se ne era accorto, rimase prigioniero. Jack allora disse che lo avrebbe lasciato andare solo se  lo avesse lasciato in pace per dieci anni ed il diavolo dovette cedere».

Siddharta - Poesie

Euterpe

La maglietta
Alba sul garda
Ispirazione

22.10.2013
etichetta: la stanza di Siddharta

martedì 29 ottobre 2013

Riflessioni sulla vita senza Dio

 Guestpost

l
L’inferno dei viventi è quello che è già qui, l’inferno che abitiamo tutti i giorni, che formiamo stando insieme. Due modi ci sono per non soffrirne. Il primo riesce facile a molti: accettare l’inferno e diventarne parte fino al punto di non vederlo più. Il secondo è rischioso ed esige attenzione e apprendimento continui: cercare e saper riconoscere chi e che cosa, in mezzo all’inferno, non è inferno, e farlo durare, e dargli spazio ( Calvino).


lunedì 28 ottobre 2013

Omaggio a Lou Reed


 Lewis Allan Reed (New York, 2 marzo 1942 – Long Island, 27 ottobre 2013)
è stato un cantautorepolistrumentista e poeta statunitense, nato negli Stati Uniti da una famiglia di origine ebraica. Famoso per la voce apatica, inespressiva e decadente,[3] l'orientamento musicale e la pubblica immagine di Angelo del male lo ha accompagnato e ha riempito i media per oltre tre decenni rendendolo uno dei personaggi di punta del genere Rock.

domenica 27 ottobre 2013

venerdì 25 ottobre 2013

Lettera di Piero Welby al Presidente Napolitano


Si parlava due giorni fa di eutanasia e della lettera scritta da Piero Welby al presidente Napolitano sull'argomento. E proprio in questi giorni un malato di Sla, Raffaele Pennacchio, è morto di infarto per lo stress, presumibilmente legato alla sua partecipazione al sit-in davanti al Ministero dell'Economia per una manifestazione tenuta per ottenere il diritto all'assistenza domiciliare ai disabili gravi.
"Non è possibile in uno stato di diritto arrivare a questo punto, portare i disabili gravi e i loro familiari a manifestare sotto un ministero della Repubblica per chiedere quello che dovrebbe essere un diritto: l'assistenza domiciliare per i malati gravi». Queste parole vengono da una collega del comitato del quale Raffaele Pennacchio faceva parte, che chiede sostegno alla loro protesta, in nome del rispetto della dignità dei malati.
Dignità del malato e dignità di morte: due richieste che si legano al diritto di vivere e di morire con decoro
.

giovedì 24 ottobre 2013

Spigolando qua e là - Salvo Scollo

A DIFESA DELLE (COSIDDETTE) DICERIE

È utile e tecnicamente corretto parlare solo bene degli altri? Non credo, e per due motivi  ineccepibili se ci si fa guidare dalla logica.
Punto primo: nessuno nasce e morirà perfetto, lo afferma l’autorevole Catechismo della Chiesa cattolica, che attribuisce solo a Dio la qualifica d’Essere perfetto.
Punto secondo: se consideriamo qualcuno perfetto e glielo diciamo, convinti di fargli cosa gradita, costui non sarebbe più stimolato a migliorare. Perché impedirgli di esplorare ulteriori strade per realizzare nuovi traguardi?



mercoledì 23 ottobre 2013

UNA STORIA D’AMORE - Sergio Boldini - Racconto


24.10.2013
etichetta: la stanza di Sergio Boldini

Una storia d'amore
L’occhio rosso si è acceso all’improvviso. Mi guardo attorno: le facce che vedo al di là delle trasparenze di un finestrino sono le stesse di ieri, dell’altro giorno, di una settimana fa. Facce stanche, inespressive, pallide di noia e di rassegnazione.

il Post it di Rubrus - Stephen king 3° parte: Il rapporto con le cose - La vita di provincia


IL RE... E ME. 
ALCUNE PERSONALI OSSERVAZIONI SU STEPHEN KING

Siddharta (20) - Pensieri cinici quotidiani

A)        – Brainstorming ( tempesta di idee ).
Questi pensieri cinici quotidiani vorrebbero essere un brainstorming letterario, al fine di scatenare opinioni e conclusioni più o meno valide partendo da idee strampalate ( le mie, ovviamente ).
Non si ricerchi quindi nulla di più…

B) - E allora un po’ di scienza non guasta…:
1 -  Nuove frontiere.
Fitness, palestre e tanto altro per restare in forma fisicamente.
Ma adesso i guru delle neuroscienze si stanno preoccupando anche del benessere della nostra mente.
Ed hanno escogitato programmi specifici di allenamento per tenere in esercizio il cervello umano.
Il fitness cerebrale, come ha spiegato un ricercatore dell’Università di Trento (ideatore del metodo ), consisterebbe di esercizi in tre fasi:
- training cognitivo per allenare memoria e attenzione;
- tecniche di meditazione;
- sensori per l’autocontrollo.
Da consigliare subito ai nostri politici sempre più abbioccati intellettualmente ( ma dal braccino lungo… ).
Comunque mi sembra che non si sia inventato nulla di nuovo.

martedì 22 ottobre 2013

a Liber Liber un esercito di emanuensi del web copiano i classici per l'eternità.


Più di 2.500 libri (in edizione integrale), 6.000 brani musicali, decine di audiolibri scaricabili in vari formati da scaricare gratis.
Un piccolo esercito di pensionati e operai copiano il libri per l’eternità, passando allo scanner il sapere dell'uomo per metterli a disposizione delle biblioteche digitali italiane. Tutti volontari

PUCCINI E LE SUE DONNE - di Augusto Benemeglio - 3° e ultima parte


22.2013
etichetta: la stanza di Augusto Benemeglio

giovedì 17 ottobre 2013

Commenti negativi? Come reagire alle critiche

Guest Post

                                  Come reagire alle critiche e alle recensioni negative

Premetto che con questo post non voglio entrare in nessuna polemica attuale o passata circolante in rete (a volte i social network e i blog sono peggio del bar dietro l'angolo), ma solo dirvi quello che penso riguardo allo spinoso argomento delle recensioni negative.

Spigolando qua e là - Salvo Scollo


TANTO RUMORE PER NULLA!

I concerti in piazza sempre più frequenti, col pubblico che batte le mani o le innalza al cielo, mentre migliaia di decibel fracassano i timpani, e non solo dei presenti, ma anche di chi ha la sfortuna di abitare nelle vicinanze.


Bacchini Pier Luigi - Galleria di Poeti Contemporanei - ovvero - Poeti del XXI° secolo dall' A alla Zeta


Urna di vetro
 Ho provato a seppellirmi, per un poco,
dietro la porta, seduto tra le ante
della piccola bussola. -
                                   tutta la botanica del creato
- di là dai vetri, è ridotta a un vialetto
con una quercia, i cedri,
e due emerocallidi.......
(segue)

Pier Luigi Bacchini è nato a Parma nel 1927 dove ha vissuto fino al 1994.
Ora abita in campagna, nei pressi di Medesano (Parma). Ha pubblicato i libri di poesia Dal silenzio d'un nulla  Canti familiari (De Luca, Roma, 1968), Distanze fioriture (La Pilotta, Parma, 1981), Visi e foglie (Garzanti, Milano, 1993, Premio Viareggio), Scritture vegetali (Mondadori, Milano, 1999, Premio S. Pellegrino 2000). 

Giovanni dei cerchi - frame - racconto



17.10.2013
etichetta: la stanza di frame
Giovanni dei cerchi
(alriP)
A quarant’anni suonati, senza esperienza alcuna nel settore metalmeccanico e in piena congiuntura economica, Giovanni, per botta di culo ricevuta e forse anche grazie alla raccomandazione del parroco, fu assunto a tempo indeterminato e con la qualifica di manovale generico nella grande azienda milanese.

mercoledì 16 ottobre 2013

Siddharta (19) PENSIERI CINICI QUOTIDIANI.

A) – Il gusto.
Uno dei cinque sensi umani, quello del gusto, possiede solo quattro sapori: dolce, salato, amaro, acidulo.
Combinandoli risultano le diverse sfumature di sapore.
Per chi non lo sapesse…
B) – La coda.
< La coda dell’occhio > è la porzione più esterna della retina, particolarmente sensibile agli oggetti in movimento.
Donde il modo di dire convenzionale.

C) – Realtà e metafisica.
Secondo i neuroscienziati  < … ci piaccia o meno , gli esseri viventi non sono qui a godersi la vita, ma per cercare di sopravvivere e riprodursi al meglio nell’ambiente loro dedicato > !
Un determinismo violento, che non lascia spazio a speranze metafisiche…

SIDDHARTA

19.10.2013

martedì 15 ottobre 2013

il Post it di Rubrus - Stephen king - 1) Il potere del desiderio e quello della narrazione


IL RE... E ME. 
ALCUNE PERSONALI OSSERVAZIONI SU STEPHEN KING  

Come ha scritto (mi pare) Oreste del Buono, esiste qualche tenue possibilità che Voi non conosciate Stephen King. E' invece impossibile che Lui non conosca Voi.
Se non avete letto un suo libro, avrete visto un film tratto da uno di essi (peccato che il più delle volte siano vere schifezze), alle volte anche senza saperlo.
Sicuramente, qualcuno ve ne avrà parlato. Mi perdonerete, quindi, se,  da “consumatore” di narrativa e da autore dilettante di racconti del brivido lo faccio anch'io dividendo il presente intervento in più parti riguardanti:
A) le tematiche, ossia 1) il potere del desiderio ed il potere della narrazione 2) l’infanzia 3) il rapporto con le cose    4) la vita di provincia B) lo stile ed uno sguardo di insieme.

Senigallia: 19/20 ottobre - 1° International Self Publishing Festival



Self publisching

Il self publishing, ovvero la possibilità per gli autori di pubblicare da soli i propri libri, è destinato a cambiare il mondo dell'editoria nei prossimi anni. Basti pensare che in Italia a fine 2013 i libri pubblicati da autori indipendenti saranno più di quelli pubblicati dal primo editore italiano, Mondadori. Senigallia si candida a capitale mondiale del Self Publishing.

domenica 13 ottobre 2013

GLI UOMINI, CHE MASCALZONI! - Salvo Scollo - Racconto


14.10.2013
etichetta: la stanza di Salvo Scollo

Gli è stata sempre fedele, a differenza di lui che, quando si presenta l’occasione, la tradisce dentro casa. Gli si può comunque riconoscere la sensibilità, allorché succede di preferire un’altra, di non buttarla fuori casa, sapendo che è povera in canna. Il nascondimento dentro l’armadio non è certo l’ideale, lei costretta a sopportare senza fiatare il cattivo odore che promana dai vestiti stipati lì dentro.

Vito Riviello - La comicità, l'ironia, i motti di spirito e le improvvisazioni sul tema, ma non solo…


L’angelo custode

Quante volte mi vado cercando
passandomi accanto supponendo
che gli altri avanti sono io
e invece sono altri in cerca
di se stessi da cui son scissi.
Perché se l’angelo mi regge
ovunque mi sento abbandonato ?
Può anche esser che uno di me
sia custodito e retto
ma gli altri di me ignorano
e s’ignorano ignorandosi se
com’è vero ch’io son scisso
in infiniti me solo da me .
Ma l’angelo li tiene tutti per sé ?

da “Apparizioni”, Rossi & Spera Editori Roma , 1989


Buona domenica...


Buona domenica a tutti da parte mia e da Serenella  con una poesia di Rossella Fiorillo

venerdì 11 ottobre 2013

Premio Nobel 2013 per la letteratura a: ALICE MUNRO


Devo ammettere che il premio Nobel a Alice Munro, questa volta mi ha dapprima spiazzato e poi piacevolmente sorpreso. Da qualche giorno avevo posizionato sul comodino un libro/mattone di quattrocento e ventisette pagine, dal titolo poco promettente “Pastorale americana” quasi certo di due cose, la prima che non avrei mai finito di leggerlo e la seconda che a vincere il premio sarebbe stato il suo autore, Philip Roth. Ammetto anche di aver letto poco e niente di questa scrittrice canadese, e sono del tutto impreparato per scrivere qualcosa di decente sul suo conto. Tuttavia non potevo sottrarmi al compito di archiviare un post su una scrittrice che con questo premio consacra definitivamente il racconto breve nell’olimpo della letteratura, nonostante e a dispetto di un mercato che continua a trascurare questo settore. Non vi sarà difficile in questi giorni trovare notizie sul tema, ma ai più pigri propongo due articoli. Il primo di Luigi Mascheroni dal Giornale.it cultura e il secondo un riassunto di quanto scritto oggi sulla Stampa apparso sul blog Libreriamo.it

giovedì 10 ottobre 2013

Masterpiece: scrittori esordienti a confronto sulla Rai.


Masterpiece: I nomi dei tre giudici e Massimo Coppola presentatore nella veste di coach
Ho già avuto modo di parlare di Masterpiece, il programma che andrà in onda a novembre sulla Rai. Era estate quando la notizia, appena battuta dalle agenzie, aveva fatto subito aveva il giro tra le riviste e i siti che non si occupano soltanto di gossip e programmi televisivi, ma anche di letteratura.

martedì 8 ottobre 2013

Omaggio a Caccini Giulio (8 October 1551 – 10 December 1618)




Giulio Caccini, detto Romano (Tivoli, 1550 circa – Firenze, 1618), è stato un compositore, arpista e cantore italiano.
Secondo il nostro Sid, sempre molto ben informato sulla musica classica, oggi dovrebbe essere il compleanno di Giulio Caccini, ed anche se la data di nascita non è certissima non abbiamo nessuna difficoltà ad accendere le candeline per questo compositore italiano, noto agli esperti per i suoi madrigali, ma reso celebre postumo per una Ave Maria erroneamente attribuita a lui.
Sino a non molti anni or sono, infatti, veniva attribuita a Caccini anche una Ave Maria, che viene anche oggi eseguita con una certa frequenza. Si tratta in realtà di un falso storico: il brano è del liutista russo Vladimir Fëdorovič Vavilov, che lo registrò per la prima volta nel 1972 attribuendolo ad un Anonimo; la falsa attribuzione a Caccini avvenne probabilmente dopo la morte di Vavilov. Non si offendano gli estimatori di Caccini se inserisco questo brano, molto più orecchiabile e moderno di quelli del compositore italiano. Del resto tutte le occasioni sono buone per ascoltare bella musica, e se volete togliervi lo sfizio di sentire Caccini non avete che andare su You Tube e troverete un’ampia offerta.

lunedì 7 ottobre 2013

sabato 5 ottobre 2013

Intermezzo... Misuriamo la febbre al blog


Questa è la mattina giusta per dare i numeri, prendo l'esempio da Sid e vediamo insieme i dati del blog riferiti agli ultimi trenta giorni che arrivano direttamente da Google Analytics. Quanto siano attendibili non lo so, ma sono gli unici in mio possesso, pertanto...

venerdì 4 ottobre 2013

BONDEL - Racconto di Sergio Boldini

Bondel

Quanghzou sembra soffrire del tepore di una giornata che sta morendo. Anche il traffico che per tutto il giorno ha intasato le strade ha un po’ rallentato il suo respiro. Forse è il caldo, l’umidità che ti bagna dentro, sotto pelle.
È una Cina strana quella che mi appare. Ci vedo tanta contraddizione in questo costruire giganti di acciaio trasparente. Penso alla donna seduta all’angolo di una strada dietro a una macchina da cucire a pedali, tre o quattro anziani in fila, la barba lunga e gli abiti dimessi, in attesa per una riparazione di fretta, un bottone, una cerniera o l’orlo di un pantalone. Il muro di quella casa è un groviglio di fili, di cavi attorcigliati, di scatole di derivazione arrugginite, di matasse appese. E mi chiedo cosa potrebbe succedere se un acquazzone colpisse quel pezzo di muro.

Aglieco Sebastiano - Galleria di Poeti Contemporanei - ovvero - Poeti del XXI° secolo dall' A alla Zeta



SEBASTIANO AGLIECO
è nato a Sortino, in provincia di Siracusa, il paese degli asini della Cavalleria Rusticana. Ha vissuto tra i monti e il mare, in Sicilia, fino a 24 anni, poi accasato, ma per sbaglio, a Monza, dove non ha messo mai radici. Da qualche anno è ritornato a insegnare a Milano, nella scuola elementare.

giovedì 3 ottobre 2013

Siddharta (18) Pensieri cinici quotidiani

A) - Femminicidio.
E’ il risultato della parità legale dei sessi, in contrasto con la natura che in milioni di anni ha forgiato la supremazia fisica del maschio sulla femmina e la loro diversità di ruolo animale.
A questa uguaglianza di diritto siamo impreparati.
Il tutto aggravato da secoli di convivenza coniugale obbligatoria a vita per pressioni religiose.
I furbacchioni dello spirito ( leggasi clero ) però si son tenuti ben alla larga dal vincolo matrimoniale, reclamando per sé il celibato < obbligatorio >.
Ben sapendo a cosa sarebbero andati altrimenti incontro.

Non rallenta il consumo di carta nonostante l’avvento del digitale e gli Ebook. Sarà anche vero ma...


Il mondo digitale è un posto bellissimo, ma il pianeta non ha mai "consumato" così tanti libri, documenti, disegni, progetti.
“Immaginiamo di appallottolare tutta la carta del mondo e gettarla via,”, scrive Luigi Mascheroni  su http://www.ilgiornale.it/sezioni/cultura.html, del 2 ottobre “se davvero ormai è inutile nella nostra era digitale. Bene. Cosa perderemmo? Tutto: libri, giornali, certificati, mappe, imballaggi, biglietti... e quindi creatività, progetti, identità, memoria...”

martedì 1 ottobre 2013

Booktrailer su YouTube - videoclip che spiegano i libri.

Dal 18 Settembre su YouTube
I videoclip ci racconteranno con immagini e suoni i libri in vendita, ci verranno riproposte le interviste degli autori, insomma ci sveleranno i segreti che si celano dietro la stesura di un romanzo, come si trattasse di un film e soprattutto cercheranno di convincere il lettore ad acquistare il libro in maniera piacevole e accattivante. Del resto perchè meravigliarsi, anche il libro è un oggetto di consumo e pertanto anch'esso è soggetto alle regole ferree del marketing. 

100+100 pensieri cinici quotidiani - Siddharta




19.10.2013
etichetta: Oh Book

Omaggio a RICCARDO DRIGO (Padova, 30 giugno 1846 – Padova, 1 ottobre 1930)


Riccardo Eugenio Drigo 
(Padova, 30 giugno 1846 – Padova, 1 ottobre 1930) è stato un compositore e direttore d'orchestra italiano.
Passò la maggior parte della sua vita a San Pietroburgo, collaborando con il Balletto Imperiale e l'Opera Imperiale. Particolarmente noto il suo Pas de trois aggiunto alla musica de Le Corsaire di Adolphe Adam con le coreografie di Petipa.
Drigo è famoso soprattutto per la sua lunga carriera come Maestro di Cappella ai Teatri Imperiali di San Pietroburgo e come Direttore della Musica per il Balletto Imperiale, per il quale compose musica per i lavori originali e i revival del grande coreografo Marius Petipa. Durante la sua carriera, Drigo diresse i debutti e le rappresentazioni di praticamente qualsiasi balletto e opera eseguiti sul palcoscenico zarista e fu considerato uno dei più grandi direttori europei del tempo.

FABER IL POETA - Di Augusto Benemeglio



A Fabrizio Centofanti.
1.Portami a vedere il colore del vento
E venne nella notte di gennaio  di fine secolo , nell’esatta luce  irreversibile e pura, altera e lodata, sora nostra morte corporale; attraversò il vasto e casto sudario, entrò silenziosa nel giardino di rose,  e portò una musica lieve nel colore azzurro del vento. Fabrizio De Andrè ,ormai simulacro di sé stesso, in coma irreversibile, staccò la spina per sempre da questa terra...