domenica 4 gennaio 2015

Blogroll di casaframe - POESIE ILLUSTRATE - DICEMBRE di Silvia Vecchini - da GUSCI DI NOCE



font : GUSCI DI NOCI


dicembre

Viene mio padre e pota
le rose del giardino – con il dito
gli mostro la ferita che si è fatto
sulla mano. Lui mi dice
del cambio di stagione, io già penso
a quando lo toccavo senza
che servisse una ragione.

(Silvia Vecchini)



5 commenti:

  1. Poesie illustrate, che bella idea.

    Il testo è delizioso, nella sua semplicità si presta ad essere illustrato.
    Ma come la mettiamo con un testo di Zanzotto, oppure, per restare in parrocchia, con uno di Joshua, tanto per fare un esempio, ma potrei citare molti altri poeti modernisti infuturati:-)
    Non basterebbe la cappella Sistina.

    RispondiElimina
  2. Caro Franco, ho letto e riletto il testo, che allo stato delle cose mi appare inspiegabile.
    Se non sotto un punto di vista indecente.
    Ma io spero di sbagliarmi: resto in attesa della tua interpretazione.
    Siddharta

    RispondiElimina
  3. Mi dispiace, non posso aiutarti, il testo risulta di difficile comprensione anche a me.
    Sto aspettando che pubblichino anche il bugiardino, poi ti faccio sapere.

    RispondiElimina
  4. Io la trovo bella, disarmata: sa di distanza, con il sottotono che mi piace.

    Franco "Pale"

    RispondiElimina
  5. Sa di affetto questa poesia: di quelle sensazioni vivide che senti dentro di te quando guardi una persona che ami e ne esprimi tutto il trasporto rivolgendoti e rimarcando i piccoli gesti quotidiani.
    Bella nella sua semplicità.

    RispondiElimina