domenica 15 febbraio 2015

PCQ *** - Socrate in sedicesimo - Successo confermato. - Sessuofobia - Il ribelle. - La follia

 A) - Socrate in sedicesimo…
Più frequento internet, più mi scopro un dotto ignorante.

B) – Successo confermato.
Sapete quando all’epoca ho intuito di essere veramente arrivato professionalmente?
Quando sono stato ammesso ai cessi dei bagni manageriali…


C) - Sessuofobia.
Da bambino frequentavo il catechismo per il rituale indottrinamento religioso.
Ricordo che la catechista ammoniva solenne e convinta < Gnari e gnare diavol en mès > ( ragazzi e ragazze, il diavolo in mezzo ).
Badando ad una severa separazione di genere…

D) – Il ribelle.
Don Baget Bozzo ( 1925-2009 ), sospeso a divinis perché europarlamentare, lo ricordo celebrare la Messa in casa.
Gli si attribuisce l’aforisma < L’Occidente resisterà senza cristianesimo e il cristianesimo resisterà senza l’Occidente? >.

E) – La follia.
La follia è uno stato mentale attiguo al divino, perché sottratto del tutto alla ragione.
Tale concetto presente nell’antica civiltà ellenica, venne ripreso dal cristianesimo ( eh, le contaminazioni… ).
Tant’è che ancora nell'Ottocento gli psichiatri, nel congedare i pazienti dai manicomi perché apparentemente rinsaviti apponevano, accanto alla loro firma, la sigla "D.c." (Deo concedente), cioè in libera uscita fino a quando Dio vorrà.
( da Gherardo Fabretti, scrittore e da U. Galimberti, filosofo, su Google ).

SIDDHARTA
14.2.2015


Nessun commento:

Posta un commento