venerdì 18 settembre 2015

Pensieri cinici quotidiani - Siddharta

A - Curiosità.
Al Museo Ermitage di San Pietroburgo è custodito il celeberrimo gruppo scultoreo < Tre Grazie > di Antonio Canova.
Si dice che esse non fossero altro che le tre sorelle Bonaparte: Carolina Murat, Paolina Borghese ed Elisa Granduchessa di Toscana.
Ammazza che fisici, magari…



B - Misoginia.
Ai miei tempi alla facoltà di Legge ci insegnavano che la Magistratura andava preclusa alle donne per via della loro alterazione di giudizio nel periodo mestruale e/o in menopausa.
Da millenni la Chiesa cattolica impedisce il sacerdozio femminile per l’indecenza a manovrare l’Eucarestia con mani impure.
Un’intolleranza sociale che nasconde tuttora una misoginia dura a morire, in nome di un maschilismo prevaricatore.

C - La malattia dell’ingrato.
Io penso che l’aspirante poeta alle prime armi sia tutta attenzione, modestia, melensaggine.
Poi man mano che sale la scala letteraria ( per lo più a torto, ma in forza del giro giusto ) comincia a dimenticare i vecchi amici, entra in combriccole più gratificanti, cede alle lusinghe di chi l’attornia per interesse, entra in aree letterarie apparentemente più importanti.
E allora ecco spuntare la spocchia, il naso arricciato di disgusto: si sentono arrivati, sputano sul passato, magari perché sono riusciti a pubblicare a pagamento una silloge letteraria squinternata.
Ma esageri, dirà il lettore.
E no, basta scorrere i nomi di quelli che ci hanno abbandonato nella vuota corsa al successo.

SIDDHARTA

16.9.2015

1 commento:

  1. A-Curiosità: è probabile che anche allora funzionasse il photoshop da scultura..
    B-Misoginia (ecclesiale): sorvolo, data l'antitesi sull'argomento fra me e l'autore...
    C-La malattia dell'ingrato: essendo tale, è di carattere endemico; c'è chi poi guarisce e resta con gli amici, gli altri...pazienza, a tutto ci si fa una ragione.

    RispondiElimina