mercoledì 23 settembre 2015

Via il test di verifica - No, al numero captcha


La parziale schermata illustra alcune delle opzioni a disposizione del webmaster in materia di POST e COMMENTI.

Posizione commento?:
Quella incorporata e adottata attualmente è la più classica delle opzioni e appare come le altre alla fine del post. Mi sembra la forma più pratica e finché non crea problemi, andremo avanti con questa.





Chi può inserire i commenti?
Questa è sicuramente una scelta molto più difficile da fare, perché in pratica si deve decidere chi e in che modo qualcuno possa o meno partecipare alle attività del blog. La pubblicazione dei post rimane affidata al sottoscritto e pertanto non ci sono problemi di sorta. Resta il problema dei commenti, ma questo blog è sempre stato aperto a chiunque, senza pretendere iscrizioni e sottoscrizioni di nessun genere, e penso che si possa tranquillamente andare avanti ancora così. Se il commentatore anonimo, ha l’accortezza di firmare il proprio commento, o di farsi riconoscere in qualche modo, molto meglio. Diversamente, purché il testo non sia offensivo e le argomentazioni pertinenti, accetteremo consigli anche da emeriti sconosciuti.


Moderazione commenti
Anche qui non intendo cambiare. Il controllo preventivo dei commenti è troppo impegnativo per me, e lo trovo un sistema frustante per il commentatore. Mi è capitato di scrivere un commento su un blog e di vederlo pubblicato a distanza di giorni. Nessuna moderazione, ripeto, comporta qualche rischio, ma diversamente sarebbe una rottura di scatole non indifferente.


Mostra test di verifica
E qui arriviamo al punto per cui molti di voi hanno trovato difficoltà a far passare il commento.
Il noiosissimo e fastidioso numero captcha è un metodo efficace per tenere lontano dal sistema motori di ricerca che propinano SPAM in grandi quantità. Certo questo sistema di difesa crea qualche difficoltà e per alcuni di noi è sembrato un problema insormontabile. Ho deciso pertanto di togliere la verifica per agevolare e rendere più spedita l’operazione. In questo modo il blog è molto più esposto agli attacchi dei motori di ricerca che propinano SPAM in grande quantità e da tutto il mondo. Lo scorso anno nella nostra casella di posta arrivavano centinaia di email, che regolarmente dovevo vagliare per individuare quelle pertinenti e cestinare tutto il resto. Speriamo bene.

E per concludere accettate un consiglio: decidetevi una buona volta a prendere un account con Google. Vi assicuro che è indolore, non costa nulla e se non lo sapete fare da soli, fatevi almeno aiutare da qualcuno più pratico. Bastano cinque minuti, inoltre per coloro che sono iscritti a Facebook, la cosa è praticamente immediata, infatti valgono gli stessi dati.


3 commenti:

  1. Sui testi di verifica: con l'attuale larghezza di maglie, si è più esposti ai virus distruggitutto?
    Sid

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Forse non ho capito la domanda, in ogni caso, non è entrando in un blog di Blogger che si prendono i virus. Semmai sono i motori di ricerca che provano in tutti i modi di superare le barriere create da Google a protezione dello stesso.
      Poi, è normale che girando per internet si resti infettati, e al nostro livello non credo serva molto serrare le maglie. Bisogna sperare nella buona sorte.

      Elimina