sabato 12 settembre 2015

Writer's dream passa nelle mani di Youcantprint

La fondatrice Linda Rando
“Ho fondato Writer’s dream quando avevo sedici anni dice Linda Rando   oggi, che ne ho ventitré, sono orgogliosa di vedere cosa è diventato quel piccolo forum aperto quasi per caso in una serata di primavera.”
Il sito letterario adesso è passato nelle mani di Borè srl, che significa anche Youcantprint.
Non ho nessun commento da fare in merito, mi auguro soltanto che sia stato un buon affare per la giovane siciliana. Altra buona notizia è che Linda Rando farà ancora parte della redazione.

Youcantprint
Per chi non lo sapesse ancora Youcantprint  è  una casa editrice  di selfpublishing  tra le più conosciute in Italia. Dichiarano di voler fare le cose in grande:  “Siamo orgogliosi dell'acquisizione di Writer's Dream.org perché crediamo come azienda nel valore della trasparenza e dell'informazione nel mondo dell'editoria. “
Questo lo dicono tutti per la verita e sono in tanti a vantare il primato di più grande community letteraria d’Italia, forse in troppi per essere credibili, certo è che Wd. ha numeri veramente sbalorditivi: 6.500 * utenti attivi giornalmente, più di 430.000 messaggi e discussioni generate, quasi mezzo milione di pagine viste al mese.

*molto più probabilmente il numero è riferito ai contatti giornalieri, ma fossero anche soltanto 650 gli utenti che si collegano quotidianamente, sarebbero un numero considerevole (n.d.r.)
Mi sembrava doverosa la premessa, prima di darvi qualche altra notizia su questo importante sito letterario. Confesso di non aver sperimentato le pagine della poesia, mi sono limitato a fare una puntatina su quelle della narrativa e sono arrivato a questa personalissima conclusione.
Cari scrittori, se siete troppo permalosi, se non gradite osservazioni puntigliose sui vostri testi, se vi stanno sulle balle quelli che fanno le pulci e le zecche ai testi altrui, allora vi sconsiglio vivamente di affrontare questa esperienza. Se nonostante ciò decidete di pubblicare un brano su Wd, sappiate prima che il vostro testo sarà fatto a fettine;  poi passato ai raggi x, quindi vi sposteranno tutte le virgole, vi contesteranno la sintassi, il lessico, la forma, lo stile e poi ve lo restituiranno senza tanti complimenti e stelline. A proposito, qui le patacche, nel bene e nel male sono emoticon.
Per fortuna le regole comportamentali sono molto rigide. Infatti vi conviene abbozzare o tacere e ringraziare sempre. Soprattutto non sono ammesse le polemiche, altrimenti vi sbattono fuori. Ci sarebbero tante altre cose da dire. Per esempio, non vi potete allontanare per mesi dal sito per poi tornare belli belli, senza aver mai commentato, e no, questo non è consentito. Poi tenete presente che non tutti gli iscritti sono sullo stesso piano, si entra infatti al livello più basso e con la frequenza assidua, l’impegno e il merito si sale in graduatoria. Insomma prima di ottenere la patente di super critico, devi dimostrare sul campo di saper scrivere bene. Forse non sarà esattamente così, focolai di contestazioni e camarille si annidano ovunque nel web, ma più o meno, questa è la linea della redazione
Comunque, se siete ancora interessati vi consiglio di leggervi bene il regolamento. Se invece siete tolleranti, modesti e desiderosi di migliorare il vostro livello di scrittura, vi assicuro che Writer’s dream si rivelerà una palestra magnifica. Postare un racconto su Wd. è una esperienza che consiglierei a molti miei vecchi colleghi che si sentono arrivati. Non faccio nomi perchè ci tengo ancora alla pelle e soprattutto alla salute, ma sono in tanti che ancora si crogiolano negli allori, al caldo della vecchia e rassicurante cuccia.

(frame del 13.09.2015)






Nessun commento:

Posta un commento