martedì 6 ottobre 2015

Pensieri cinici quotidiani - Siddharta

A - Stoccaggio.
L’Italia da decenni ha rinunciato alla produzione di energia nucleare.
Comunque resta ancora il problema di smaltire le scorie radioattive delle centrali dismesse, della medicina nucleare, ecc.
Addirittura tra i rifiuti insospettabili i parafulmini prodotti fino agli anni ’80 che contengono sostanze radioattive da stoccaggio.





B – Dal Libro dei Numeri ( 21, 4-9 ).
< In quei giorni, gli Israeliti si mossero dal monte Or per la via del Mar Rosso, per aggirare il territorio di Edom. Ma il popolo non sopportò il viaggio. Il popolo disse contro Dio e contro Mosè: «Perché ci avete fatto salire dall’Egitto per farci morire in questo deserto? Perché qui non c’è né pane né acqua e siamo nauseati di questo cibo così leggero».
Allora il Signore mandò fra il popolo serpenti brucianti i quali mordevano la gente, e un gran numero d’Israeliti morì. Il popolo venne da Mosè e disse: «Abbiamo peccato, perché abbiamo parlato contro il Signore e contro di te; supplica il Signore che allontani da noi questi serpenti».
Mosè pregò per il popolo. Il Signore disse a Mosè: «Fatti un serpente e mettilo sopra un’asta; chiunque sarà stato morso e lo guarderà, resterà in vita».
Mosè allora fece un serpente di bronzo e lo mise sopra l’asta; quando un serpente aveva morso qualcuno, se questi guardava il serpente di bronzo, restava in vita >.

Altro che siero antiofido!
Capito, neh…

C - Aperture.
Più apertura alle donne nella Chiesa, accoglienza dei migranti nelle strutture religiose, maggior  tolleranza familiare, ecc.
Il Papa deve aver sperimentato la cattiveria degli alti prelati di Roma e dintorni, che non ammette detrazioni da una religione di soli uomini.
Che sia per questo che l’hanno spedito in missione oltreoceano e che continui a sollecitare i fedeli di pregare per lui ( a che Dio gliela mandi buona )…

SIDDHARTA

5.10.2015

15 commenti:

  1. Io ho votato sì al nucleare.
    A parte il fabbisogno energetico e i vantaggi dell'uso pacifico del nucleare, vorrei ricordare che abbiamo subito, anche qui in Italia, le conseguenze di Chernobyl.
    La Francia (e non solo) è piena di centrali nucleari ed è molto più vicina. Se ne saltasse una, per accidente o attentato non conta, ne subiremmo le conseguenze come se l'avessimo in casa.
    Votando "no" (un voto palesemente ideologico) siamo riusciti ad avere sia gli svantaggi i vantaggi del nucleare.
    Questa notizia - opportunamente poco diffusa dai media, non fa altro che suffragare la soprastante conclusione.
    Ah, il genio italico!.

    PS: ricordate Fukushyma e il "no" al nucleare che, sull'onda della comprensibile emozione, si diffuse dal Giappone e fu cavalcata dalle nostre anime belle come se fosse un cavallone su cui surfare? Be', i giapponesi hanno cambiato idea. http://www.lastampa.it/2015/08/11/esteri/riattivato-il-primo-reattore-nucleare-dopo-fukushima-proteste-in-giappone-L2HwrcoBmNLnYaEbomuz0N/pagina.html

    RispondiElimina
  2. Certo che l'italiano è un popolo particolare...non vuole sporcizia in casa propria, e non vede l'immondizia del vicino che gli provoca dei danni. Però alla corrente elettrica non rinuncia e come lo struzzo mette la testa sotto terra per non vedere!!! Ma si può essere così... così... beh, lascio a voi la possibilità di mettere una frase a piacere per definire ciò.

    RispondiElimina
  3. Dal libro dei numeri: E se Dio esistesse e non ci sono più quegli uomini degni di parlare con LUI come Mosè ed altri???
    ?

    RispondiElimina
  4. Serenella tozzi7 ottobre 2015 19:25

    Per il nucleare: io credo che sia stata la mancanza di vero giornalismo, di vero dibattito, a portare ai travisamenti sul nucleare. Se i cittadini fossero meglio informati, anche al giorno d'oggi tanti errori si potrebbero evitare.

    Per quanto riguarda Papa Francesco, anch'io temo per la sua vita; ha certamente ragione a chiedere di pregare per lui, anche per il sostegno morale di cui ha bisogno.

    RispondiElimina
  5. STOCCAGGIO-Purtroppo, credo che il problema dello smaltimento dei rifiuti tossici, sia stato risolto seppellendoli in tanti luoghi anonimi in Italia, salvo poi il verificarsi di cospicui sversarsamenti a "sorpresa", nelle campagne come nella Terra dei Fuochi.
    APERTURE-Bergoglio è un imbonitore che cerca d'ammannire la platea mondiale confondendola, elargendo a mani piene teorie teologiche distorte e in netto contrasto con gli insegnamenti autentici di Cristo e della vera fede cristiana cattolica. Ciò, non lo dico solo io, ma anche giornalisti affermati come Socci, Magister ed il compianto Palmaro, molto più addentro la materia. Chi ha stabilito un patto col diavolo, non teme alcunchè; chiedere preghiere è l'ennesima manovra mediatica.

    RispondiElimina
  6. Dal libro dei numeri: Ecco un bell’esempio di tipica tirannia biblica che rafforza l’idea che, dal punto di vista cristiano, tutto sia peccato, compresa la legittima lamentela (da notare poi come, in un deserto in cui non si trovino né acqua né cibo, si renda facilmente disponibile qualche gallone di bronzo fuso per auto-prodursi un serpente al momento) pena il flagello di indicibili punizioni inferte da un dio debole costretto a soggiogare per mancanza di polso (ma cos’è, un bambino viziato che si porta via la palla se non si gioca secondo le sue regole?); tipico di chi, in cambio di ipotetico aiuto, prevede devozione assoluta e alla faccia della disinteressata pietà divina; aveva ragione Nietzsche nel sostenere che, la compassione, ha in sé qualcosa di indecente e indecoroso sia in chi la riceve che in chi la elargisce.
    O forse tutta questa storia è solo un’altra per spiegare l’acquisizione del simbolo del Caduceo in farmacia?

    RispondiElimina
  7. Bah.
    A me tutta 'sta supponenza nei confronti della credulità degli antichi fa sempre ridere.
    Loro non avevano le nostre conoscenze scientifiche.
    Noi le abbiamo e crediamo alla pubblicità, ai prodotti finanziari (che si basano sull'idea che spostando i quattrini si crei ricchezza, manco fossero gli zecchini da piantare nel campo dei miracoli), alle teorie della cospirazione e del complotto (dalle scie chimiche al "non siamo mai stati sulla luna!") ecc. ecc. (l'elenco è lungo).
    Chi è più tonto?

    RispondiElimina
  8. Carissima Ganimede, benvenuta in questo blog in confronto di idee.
    Forse i lettori qui non lo sanno, ma noi due non solo siamo della stessa terra, ma abitiamo ad un tiro di schioppo l'uno dall'altra.
    Senza peraltro conoscerci, solo in contatto letterario.
    O bella, si dirà!
    Il mistero s'infittisce, chissà quando se ne verrà a capo.
    La Bibbia: il libro più tradotto e venduto del mondo.
    Primo ed unico abbecedario di popoli interi.
    Grande contenitore di favolose stupidaggini e genialità laudative, opera di innumerevoli estensori.
    A suo tempo messo all'Indice dalla Chiesa cattolica, perchè in pericolosa concorrenza con il Nuovo Testamento.
    Oggi quasi più nessuno la legge più, eppure testimonial di barbarie ed ignoranza, di esaltazione e poesia religiosa.
    Di tanto in tanto mi diverto a squarciarne le viscere per non dimenticarne orrori e profondità mistica.
    Siddharta

    RispondiElimina
  9. Lascia che anch'io dia il benvenuto all'amica Ganimede, detto questo, di quale mistero parli?
    Noi di te sappiamo tutto, dove abiti, chi sei, quanti anni hai, conosciamo le tue abitudini, cosa mangi, cosa bevi e cosa leggi la domenica mattina. E altre cose che taccio per rispetto della privacy. Ti si conosce bene mascherina. Brrrr... Comincia a tremare perchè presto i nostri agenti segreti verrano a stanarti dal tuo castellotto e ti faremo la festa. Ah... ah... ah...
    ps, mi vien voglia di scriverci sopra un bel giallino. Soggetto e situazione interessante.

    RispondiElimina
  10. Permettetemi innanzitutto di ringraziare per il benvenuto e anzi, mi scuso per avere omesso i preamboli ma sono poco pratica di queste cose… :-D.
    Vorrei rispondere alle osservazioni di Rubrus nelle quali vedo poca attinenza al mio commento, se posso permettermi.
    E’ ovvio e del tutto comprensibile che gli antichi non avessero le nostre conoscenze scientifiche così come ovvio che esistano forme di creduloneria contemporanea di pari livello anche se diversamente orientate e questo perchè ignoranza e ingenuità fanno parte della nostra natura umana ma i precetti della bibbia (un libro di valore letterario inestimabile, come giustamente ricorda sid, al di là delle mie dissertazioni CHIARAMENTE ironiche, le stesse di quando, guardando i documentari storici alla TV, schernisco le vecchie cartine geografiche… suvvia, non penserà che io parli sul serio!) sono gli stessi che muovono la sostanza del cristianesimo moderno al di là del fatto che non si sia più disposti a intenderne i contenuti se non in chiave prettamente metaforica, diversamente da quanto probabilmente non si facesse all’epoca (per quanto mi venga da ricordare che ogni epoca ha avuto le sue menti illuminate, perciò cerchiamo di tenere ben presente il confine oltre il quale l’ingenuità diventa pura scelta)ed è proprio quello a cui mi riferivo io, considerato che la figura di un dio egemone, mosso da carità fintamente disinteressata e, SOPRATTUTTO al quale si debba continuamente fare ammenda delle proprie azioni, trova le sue radici negli antichi scritti ma sopravvive ancora oggi con le stesse caratteristiche.
    Detto ciò, in merito alla gara tra tonti, non mi è mai stato dato ad intendere che una grave forma di creduloneria, ne redima automaticamente altre solo perchè di gravità minore; per quanto mi riguarda parto dal presupposto che ciò che dirà di noi compemporanei la razza umana del futuro non potrà arrecarci tutto sto gran danno.
    La natura ci ha dato l’intelletto per ragionare, rielaborare e, se ci pare il caso contestare e mi meraviglio che in ciò si veda solo supponenza anziché umano, sia pur goffo e malriuscito tentativo, di differenziarci dalla scimmia.
    Cordiali saluti



    RispondiElimina
  11. Siddharta: che vi sia ognun lo dice, ove sia niun lo sa...
    Dici giusto, Franco, a forza di raccontarci sveliamo tutto di noi.
    Per la gioia dei Signori del web che fotografandoci direzionano meglio i loro prodotti commerciali.
    Ma la soddisfazione più grande è sapere che anche la Polizia di Stato ( a cui mando un doveroso ringraziamento per l'opera di intelligence sul territorio ), ci tiene amorevolmente sottocchio acciocchè in caso di rivolgimento politico antidemocratico ci possano confinare negli stadi di raccolta.
    Però la privacy non è del tutto travolta: vedo che la pubblicità si sta pericolosamente avvicinando alla mia area di residenza, ma non l'ha ancora scoperta ( almeno credo o non lo danno a vedere ).
    Ma caro Franco, cari lettori, siete sicuri di sapere bene di me?
    Guardate che ho seminato il percorso di assai falsi indizi, tanto che potreste restarne sorpresi.
    Intanto la cosa sicura è che Ganimede m'è veramente vicina ( almeno lei pensa ): se mi scoprisse autonomamente mi complimenterei con lei.
    Sul giallo in pectore: la cosa mi solletica, anche perchè altri mi avevano promesso di inserirmi in un loro racconto.
    Intanto me la godo immensamente di questa informale caccia all'uomo, perchè, vedete, anche se mi dichiaro assai modesto, ho un ego smisurato, un narcisismo non inferiore a quello di tanti altri lettori.
    Fraterna/mente, Siddharta.

    RispondiElimina
  12. Preliminarmente, Ganimede, benvenuta.
    Il mio commento - CHIARAMENTE ironico - non era una risposta al tuo, ma al post - anche quello CHIARAMENTE ironico - di Sid.
    Solo che il modo in cui il sistema articola i commenti ha ingenerato un qui pro quo.
    A proposito di ofidi, una curiosità.
    Da un po' di tempo sto facendo una mia piccola indagine personale su una leggenda metropolitana - ma che gira da prima che ci fosse web - secondo la quale non meglio precisati soggetti getterebbero vipere vive dagli elicotteri a scopo di ripopolamento (sulla capacità mitopoietica del web - ossia, meno delicatamente, di spargere panzane in giro si potrebbero consumare intere tastiere).
    Qualcuno ha sentito questa diceria?.
    Adesso però una cosa seria, a proposito di ofidi. Spesso è il siero antivipera a essere causa di decessi perchè sovente provoca shock anafilattici - ecco perchè non si trova più in commercio. La stagione delle passeggiate in montagna sta per finire, ma insomma, meglio saperlo.

    RispondiElimina
  13. Un po' di tempo fa ebbi modo di constatare che in Germania la Bibbia ancora la leggevano: infatti la sera trovavo un cioccolatino sul cuscino e la Bibbia sul comodino. Non so dirvi, però, se oggi ancora sussista questa abitudine.
    Un saluto di benvenuto a Ganimede.

    RispondiElimina
  14. RINFRESCO LA MEMORIA PER CHI VUOL SAPERE CHI E' EPITTETO-SIDDHARTA:
    Chi è Siddharta-Epitteto?
    Ma è una voce in libertà...un libero pensiero che vola sulle ali del vento, insinuandosi nelle menti appiattite, dormienti, con il potere di risvegliarle, di metterle in grado di ragionare con il proprio pensiero. Non importa sapere chi è, o chiunque esso sia: un vecchio bavoso, uno sporcaccione, o un trentenne con psico-fisico alterato, uno scienziato pazzo, un luminare mancato, un filosofo, un laureato plurimo, è comunque uno che ha raggiunto uno stato di vivere e di vedere la vita, senza condizionamenti altrui, uno che conosce il bene e il male, dove incomincia l'uno e dove finisce l'altro e viceversa. E' comunque uno che è in grado di dare risposte ai tanti perché, stando con i piedi per terra e guardando il tutto dall'alto della sua sapienza, ed esperienza, acquisita certamente non da pizzini di carta straccia ma dal suo sapere, frutto di una vita di studi alla ricerca dei perché, dove non crede alla favole, e a tutto quello che non è reale, fattibile. Un San Tommaso dei tempi nostri, cosciente della ragione, della realtà della vita, appresa dalle tante esperienze negative e positive.
    Un Maestro di vita vera che nessuno di quelli che hanno in mano le redini del potere gli darebbero mai una cattedra per l’insegnamento a favore delle grandi masse, poiché si beano della loro ignoranza, della loro vita fatta di sogni, di chimere, del loro stato comatoso, del loro appiattimento mentale che porta solo al nulla.
    Questo è SIDDHARTA-EPITTETO:
    Una voce e un pensiero libero espresso senza condizionamenti di parte, che non si può trovare nei grandi libri di storia, scritti ad uso e consumo degli stessi autori per i loro esclusivi benefici.

    RispondiElimina
  15. … e io posso testimoniare che ha tramutato l’acqua in vino, resuscitato Lazzaro, e non è morto sulla croce. Infatti vive ancora in una non precisata valle bresciana e gode di ottima salute. Alla faccia di tutte le maledizioni che gli mandano i “poeti” moderno-futuristi.

    RispondiElimina