venerdì 20 maggio 2016

Pensieri Cinici Quotidiani 2016/29 - Siddharta

A – Curiosità.

Se taluno cadesse in un tunnel scavato lungo il diametro della Terra fino agli antipodi, esso corpo perderebbe sempre più forza ( accelerazione ) di gravità fino al centro ov’essa sarebbe pari a 0, mentre aumenterebbe di contro fino al massimo la sua velocità di caduta.
E viceversa dal centro all’uscita opposta.
Intanto per compiere l’intero tragitto impiegherebbe esattamente 42 minuti!
Tengasi conto che in tal caso saremmo di fronte al raggio della Terra di 6.300 km, pari ad un diametro equatoriale di 12.600 km.
Lo strano si è che lo stesso corpo in caduta verticale di gravità tra altri due qualsiasi punti della crosta terrestre compirebbe il tragitto sempre nello stesso tempo di 42 minuti!
Tutto questo lo ebbe a calcolare nientemeno che G. Galilei nel 1632 nel suo Dialogo sopra i due massimi sistemi del mondo, alla faccia dell’oscurantismo clericale del tempo tuttora perdurante a tutte le latitudini…


B – La danza.
La femmina dell’uomo non può sottrarsi al destino del suo ruolo.
Per natura tende a mimetizzarsi per attirare l’attenzione del maschio, farsi corteggiare e assicurare così la conservazione della specie.
Ecco che si trucca, si espone corporeamente, invita esplicitamente alla danza d’amore.
Poi, raggiunto lo scopo, si dedica alla cura della prole, pronta successivamente se del caso a cambiare cavallo per il successo numerico degli umani.

C - La distanza sparirà.
Già negli anni Novanta s’era affacciata la convinzione che grazie al successo del digitale sarebbe stato il lavoro ad andare dall’uomo, e non più viceversa ( < la distanza sparirà > - Frances Cairncross, economista inglese; < tutti dove vogliono > - Melvin Webber, studioso americano ).
Cioè l’individuo restandosene comodamente a casa propria o in cima ad una montagna avrebbe potuto svolgere le proprie mansioni produttive, senza più trasferimenti motori con mezzi pubblici o privati da e per il posto di lavoro con occupazione di spazi aziendali.
Ma le cose non sono andate così.
L’uomo è un essere gregario sociale e socievole, che ama la compagnia dei suoi simili.
E pertanto, in controtendenza, la maggior parte di noi ha scelto di continuare ad andare in ufficio o in azienda, per condividere esperienze, conoscenze, creatività e tanto altro ancora.

SIDDHARTA

20.5.2016

8 commenti:

  1. Non lo so, non sono sicuro, ma dubito fortemente che Galileo fosse già a conoscenza dell’effetto di Gauss, per cui un uomo che precipitasse all’interno di questo ipotetico tunnell, si vedrebbe rimbalzare da un punto all’altro della superficie terrestre con moto perpetuo, come spinto da una molla per l’appunto. Mi sembra un po’ forzata come ipotesi scientifica, e dubito perfino sulla genuinità del tuo anticlericalismo. Troppo sbandierato, troppo spudorato, troppo ossessivo per essere vero e viscerale. Mi sembra piuttosto una posa, a dire il vero anche un po’ snob. Come la storia del tuo cugino prete che non ha mai fatto una cippa nella vita, e ha ottenuto molto al di là dei meriti, mentre tu “poverino” ti guadagni ancor oggi la pagnotta sudando e sgobbando e sei solo triste e bastonato. Ma per favore… ma non ti credono più nemmeno i tuoi amici di facebook quando dici queste cavolate. Con rispetto parlando, naturalmente.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' assai difficile credere a me, povero pirla, e molto più facile credere in un tale risorto, volato in cielo e che poi non s'è più visto sulla faccia della terra...
      Il " prete " non è mio parente, ma affine.
      Sid

      Elimina
    2. Uhhhhhh... quanto sei permaloso :-)
      Mi pareva si parlasse di Galileo, dell'oscurantismo clericale tuttora perdurante a tutte le latitudini, e non del Risorto. In ogni caso, se proprio devo scegliere tra te e il Vangelo, sappi che diffido di entrambi.

      Elimina
    3. Il pezzzo di cui alla lettera A) non puoi liquidarlo con una semplice battuta.
      Mi è costato ore di ricerche e letture prima di licenziarlo semplificato ad uso dei non addetti.
      Può non piacere o sollevare dei dubbi, ma ciò non significa che non sia corretto scientificamente.
      Non è mio costume scrivere a vanvera.
      La verità non può essere permalosa e si può diffidare ma a ragion veduta.
      Ti converrebbe credere più alle scoperte scientifiche che ai venditori di panzane metafisiche a loro uso e consumo...
      Diffidare di me non ha significato alcuno: vero è che sovente si ha paura di apprendere come stanno realmente i fatti.
      Sid

      Elimina
    4. Al di là del merito, mi pare interessante il metodo.
      Metodo che mi conferma nella mia convinzione secondo la quale ciò che sta su internet è falso fino a prova contraria.
      Un buon metodo sarebbe indicare la fonte dalla quale proviene la notizia. Se è una fonte attendibile, è un discorso, se non lo è, è un altro discorso. Se non è indicata la fonte, e se sta su internet, è falso fino a prova contraria (be', questo è il mio innato scetticismo). Comunque le notizie sono due: il moto dei corpi attraverso il globo terrestre (l'ipotetico buco che passa dal centro della terra) e il fatto che nel "Dialogo sopra i massimi sistemi" Galilei avesse già eseguito il calcolo descritto. Ora: quanto alla prima, penso che un buon manuale di fisica, magari moderno, possa risolvere ogni dubbio. Basta anche un link ad una seria pagina web dove si descrive l'effetto di Gauss (eccone uno:http://www.oilproject.org/lezione/teorema-legge-di-gauss-flusso-campo-elettrico-campo-vettoriale-14621.html). Quanto alla seconda, cioè al fatto che Galilei avesse già scoperto l'effetto di Gauss, dato che è indicata la fonte, incollarla sarà semplice. A dire il vero, risulta anche a me che Galilei abbia formulato la prima ipotesi di teoria della gravità (prima di Newton, quindi) - anche se non saprei dire in che misura e modo il teorema di Gauss e la relatività siano collegati. Il padrone di casa, con vero metodo scientifico, ha chiesto una verifica e una prova delle tue affermazioni (non sull'effetto di Gauss, ma sul fatto che Galilei lo avesse scoperto nei termini riportati) . Rispondere con gli argomenti che hai usato tu, caro Sid, è molto clericale.

      Elimina
    5. Il mio scetticismo non si basa su cognizioni scientifiche, per carità, non ho una conoscenza profonda delle scoperte di Galileo, ma fino a prova contraria, la legge gravitazionale universale porta il nome di Newton, mentre il moto di massa appesa a una molla, cioè l’effetto Gauss è soltanto una conseguenza, ma di questa possiamo pure tralasciare di parlarne.
      Tu dici che Galileo è riuscito a calcolare con precisione il diametro della terra?, e a dedurre che la massa di un uomo avrebbe impiegato 42 minuti per raggiungere il centro della stessa e altri quarantadue per sbucare dall’altra parte della crosta terreste, per poi rifare il viaggio all’inverso eccetera eccetera?
      Che ti devo dire, non lo sapevo. Grazie per l’informazione.

      Elimina
  2. c) mito dell'informatizzazione del lavoro: "Da oggi è il lavoro a muoversi: sarà il lavoro ad andare dalle persone e non le persone dal lavoro". Realtà dell'informatizzazione: "Il lavoro si è mosso ed è andato da tutt'altra parte, mentre i più fortunati riescono a malapena a stargli dietro". Suggerimento: "Qualcuno dia al lavoro un limitatore di velocità ed un navigatore".

    RispondiElimina
  3. Ma Sid, anche l'uomo si mostra in tutta la sua possanza di corpo, di mente (diventando cantante,musicista, pittore, poeta), o di soldi per avvincere nella danza dell'amore la donna e mettere al mondo la sua progenie.
    Anzi, hai mai visto nei documentari quegli uccellini maschi che durante il periodo degli amori si affannano a costruire il nido e poi aspettano che arrivi la femmina a giudicare la validità della costruzione? Se è ben fatta la femmina si accomoda, dichiarando così di accettarlo come sposo, altrimenti sdegnata se ne va lasciando il pretendente con un palmo di naso.
    La natura è natura.

    RispondiElimina