mercoledì 6 luglio 2016

Pensieri Cinici Quotidiani 2016/39 - Siddharta


A – Ancora sul Giubileo della misericordia.
Secondo il Cardinale Gianfranco Ravasi, ministro della cultura vaticana, < per l’ebraico e il greco le due lingue capitali delle SS. Scritture la sede della misericordia non è il cuore, ma l’utero materno o la generatività paterna >.
Di conseguenza Dio, misericordioso per antonomasia, avrebbe così connotazioni anche femminili.
Di qui il contestato per taluni Dio padre e madre.
( font: < Il linguaggi dell’amore > di Gianfranco Ravasi del 6.12.201- Press Reader ).


B – Il modello.
Una certa Malca Minieri ha così recentemente twittato: < Non capisco chi si impegna a cambiare la persona che ha accanto: se la vuoi diversa, significa che ami un altro >.
Verità sacrosanta.
Ho impiegato una vita a cercare di cambiare una moglie, mio figlio, il prossimo, persino me stesso.
E non vi son riuscito: il modello inseguito evidentemente copiava un ideale irrimediabile nella realtà.

C – Difetti di fabbrica.
Anche oggi mi son scrutato attentamente: due braccia, due gambe, due occhi, una testa…
Il fatto si è che sono stati licenziati a suo tempo con difetti di fabbrica e ancor peggio assemblati…

SIDDHARTA

4.7.2016

8 commenti:

  1. il biblista Gianfranco Ravasi in un articolo pubblicato nella rivista "Tertium Millennium" (Feb.1999) commentò che:
    « L’orante intuisce che gli stessi archetipi universali dell’amore, quelli paterni e materni, sono superati dall’amore infinito di Dio. Infatti, non si dichiara semplicemente la paternità o la maternità di Dio, ma si proclama la superiorità divina rispetto a questi due legami fondamentali. »
    (font: Wikipedia)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Roba vecchia.
      Poi ci ha aggiornato ( 2016 ).
      Sid

      Elimina
  2. C - Difetti di fabbrica
    Dovresti accontentarti caro Sid, pensa e chi nasce con forti difetti fisici.
    Ricordo una battuta molto cattiva pronunciata nel film "La Tosca", un film del 1973 scritto e diretto da Luigi Magni. La scena si svolge durante una funzione in Chiesa e mostra una moltitudine di gente intenta a pregare e ringraziare il Signore. Erano tutti male in arnese: molti ciechi, storpi, zoppi, gobbi, ecc., e nel vederli Scarpia, esclama: "E lo ringraziano pure!"

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me invece ricorda il "manifesto funebre" di "Così parlò Bellavista." del grande De Crescenzo.

      A 101 anni si è spento serenamente... E vulevo vedè ca faceva pure storie!

      Elimina
    2. Grande film, e veritiero.
      Io ci ho un inquilino napoletano verace, che ad ogni canone mensile vuole ricontrattare il prezzo.
      Da noi si fa così, dice con convinzione allegramente...
      Sid

      Elimina
  3. Rispondergli"Quindi vuol dire che posso aumentarlo?"

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo, ricontrattare al ribasso.
      Sono stato impreciso.
      Però è simpatico: ogni tanto si autoriduce...
      sID


























      Elimina
  4. Eh... però non si tratta in un senso solo, sennò che trattativa è? conosco il tipo di persona e concordo che sono senza dubbio persone molto simpatiche, oltre che intelligenti.

    RispondiElimina