domenica 5 febbraio 2017

Pensieri Cinici Quotidiani - 2017/05 -Siddharta


A – Guardiamoci negli occhi.
Internet è proprio quello che ci aspettavamo da sempre, un interlocutore paziente a tutte le nostre magagne.
Svolge un’importante azione psicofisica benefica e calmierante, attutendo le nostre pene: un bello sfogo politico, socio-religioso, ecc. e per un po’ di tempo ci sentiamo interiormente appagati.
Un nostro comune Amico parla addirittura di egoweb, laddove il nostro narcisismo trova finalmente esaltazione in rete.
I social stanno sostituendo i confessionali, sempre più vuoti, aiutandoci a vivere in ascolto e in esternazione.


B – Panspermia.
Secondo taluni astrofisici la vita sulla Terra ha principiato dalla polvere cosmica caduta a seguito di meteoriti, comete, ecc.
La nostra coscienza non sarebbe altro che il < ricordo > delle molecole organiche degli spazi celesti da cui proveniamo.
Di qui l’irrefrenabile frenesia all’eternità di cui si sono appropriate le religioni nel tempo…

C – La rivolta delle masse.
Di fronte all’enorme mole letteraria dell’oggi ( narrativa, poesia, ecc. ) veicolata via web ci si sente impotenti e sfiduciati.
Come di fronte alle isole di rifiuti galleggianti nei mari alle varie latitudini.
La diffusione dell’alfabetismo e della cultura spicciola ha creato enormi sacche di nullismo divulgativo soffocante, a mò della moneta cattiva che scaccia quella buona.
Un usa e getta senza fine che occupa la nostra giornata, facendoci rammaricare del tempo perduto a scartare il 99% dell’offerta a valanga.

La questione appare irreversibile: non resta che aspettare l’evolversi della faccenda, magari una rivolta delle masse inculturate contro se stesse, in una sorta di catarsi rigenerativa…      

6 commenti:

  1. B) e come è finita, sulle meteore e sulle comete, la polvere che avrebbe dato origine alla vita? Da dove veniva? L'idea ha una qualche attendibilità scientifica che deve essere confermata - per esempio, attualmente e grazie all'analisi del peso atomico, si è avuto qualche dato in più sull'origine dell'acqua che copre il nostro pianeta: solo una parte è di origine spaziale. La tesi della panspermia, però, sposta il problema senza risolverlo. Quanto all'elucubrazione sulla "memoria molecolare" della nostra origine spaziale (versione poetica e aggiornata della vecchia bufala sulla memoria dell'acqua) scomodo non uno scienziato, ma Ezio Greggio: una tavanata galattica.

    RispondiElimina
  2. C) La moneta cattiva scaccia quella buona. Magari verrà il giorno in cui internet crollerà sotto il peso delle proprie frottole: nessuno le crederà più. E' vero che sembra un giorno lontano, ma il tempo del web è veloce, e quella punta di ottimismo che è in me mi induce a sperare che potrò vederlo.

    RispondiElimina
  3. C) Il discorso sulla qualità della produzione letteraria è vecchio e ormai ha fatto l'acido. Si pubblicavano puttanate e robe indegne anche prima dell'avvento di internet, soltanto che non lo si sapeva. Si vedevano di meno. Senza contare che di un intero quotidiano, cioè di un giornale fatto di carta, non se ne legge più dell'uno per cento. Perchè le cose dovrebbero essere diverse su web?

    RispondiElimina
  4. D) Franco, non è esattamente la stessa cosa. Ci sono due ragioni per le quali le cose sul web sono diverse. Piglia un giornale di una trentina di anni fa e uno di oggi e conta i refusi. All'epoca, non commettere errori di stampa era un punto d'onore, oggi, be'... Se poi fai un giretto tra le case editrici rimani sorpreso di quante non fanno l'editing.
    Secondariamente, i direttori dei giornali e gli editori hanno un nome e cognome. Su internet "Puccettone85" ha potenzialmente lo stesso pubblico di un accademico. E corre meno rischi.

    RispondiElimina
  5. Il mondo è in continua corsa, chissà quali astruserie tecniche ci aspettano nel futuro. Tutto verrò superato, anche l'ignoranza, forse... magari da intelligenza artificiale immessa nel cervello.
    Potrebbe essere un'idea per scriverci un racconto, o l'hanno già fatto Rubrus?

    RispondiElimina
  6. Oh, l'idea è sfruttatissima da tutto il filone Cybperpunk con tutti i vari cyborg di ordine e grado.

    RispondiElimina