domenica 5 febbraio 2017

Post-it di Rubrus - Un invito

La lettera dei 600 docenti universitari al governo: "Molti studenti scrivono male, intervenite"
.
"Molti studenti scrivono male in italiano, servono interventi urgenti".  E' il contenuto della lettera che oltre 600 docenti universitari, accademici della Crusca, storici, filosofi, sociologi e economisti hanno inviato al governo e al parlamento per chiedere "interventi urgenti" per rimediare alle carenze dei loro studenti: "È chiaro ormai da molti anni che alla fine del percorso scolastico troppi ragazzi scrivono male in italiano, leggono poco e faticano a esprimersi oralmente"
Lettera 

Un invito a chi, a vario titolo, si occupa di educazione ed istruzione,
L'articolo che si può leggere andando sulla pagina di cui al seguente link: docenti universitari al governo molti studenti scrivono male intervenite
conclude dicendo che molti insegnanti devono occuparsi di troppe cose, di cui troppe non connesse all'insegnamento, e che i programmi scolastici sono dispersivi. Ora dirò un'eresia: secondo me è del tutto inutile insegnare l'informatica ai ragazzi (sempre che si possa perchè spesso i computer non vanno): casomai, sovente sono i ragazzi a insegnarla agli insegnanti. Meglio occuparsi, dice l'articolo, specie a livello elementare o primario, delle basi, dei c.d. "fondamentali". Come diceva Archiloco "la volpe conosce molti trucchi, il riccio uno solo, ma buono".

2 commenti:

  1. Ho l'impressione che di queste cose in Italia se ne parli almeno una volta all'anno, poi cala il sipario e tutto resta come prima. A noi italiani piace fare del vittimismo, dire che siamo sempre gli ultimi della classe poi ci fa sentire bene.

    RispondiElimina
  2. In realtà non è la prima volta che l'Accademia della Crusca solleva il problema. Non so chi segua la rubrica di Sabatini, che ne è il Presidente onorario, la domenica mattina, ma lui ne parla spesso. Ovviamente invano. Il fatto che circa 600 professori, con nome e cognome - consultabile in allegato -, si espongano depone a favore della doglianza. Io continuo a pensare che la soluzione sarebbe bocciare di più alle medie inferiori e alle elementari.

    RispondiElimina